Eurovision, l’edizione di Roma 1991 disponibile su RaiPlay

Per chi ha voglia di un tuffo nel passato eurovisivo, è apparsa una curiosa novità nella programmazione di RaiPlay, la piattaforma ufficiale di “mamma Rai” per seguire le dirette dei canali televisivi e rivedere on-demand una ampia rosa di programmi.

Con l’avvicinamento all’Eurovision 2022, la Rai ha deciso di mettere a disposizione su RaiPlay l’edizione 1991 dell’Eurovision che, quell’anno, era organizzato proprio dalla Rai negli studi di Cinecittà a Roma.

cinquetti cutugno eurovision 1991

Gigliola Cinquetti e Toto Cutugno all’Eurovision 1991 a Roma

Una edizione che è passata alla storia non solo per il pareggio – in testa alla classifica – tra la Francia e la Svezia (quest’ultima ebbe la meglio per il maggior numero di “ten points” assegnati), ma anche per la caotica organizzazione dovuta al disinteresse verso l’evento.

Eurovision 1991, i problemi nell’organizzazione

Arcinote le gaffes che i conduttori Toto Cutugno e Gigliola Cinquetti – alla conduzione della serata – fecero durante il momento della presentazione dei punteggi, insieme agli innumerevoli problemi tecnici soprattutto legati all’orchestra, che subì diversi cambi nei musicisti all’ultimo minuto, con conseguenti errori nell’esecuzione tecnica dei brani in gara.

LEGGI ANCHE: la storia dell’Eurovision, anno per anno

Problemi che iniziarono – per la verità – anche prima della diretta, con le prove generali avvolte dal caos a causa di una organizzazione che non aveva preso in considerazione il “fattore traffico” che flagella costantemente Roma, oltre allo spostamento della location dell’Eurovision 1991, che originariamente doveva tenersi a Sanremo.

Una serie di complicazioni che, tuttavia, non impedirono alla Rai di portare a compimento l’evento, seppur con diversi aneddoti ormai passati alla storia e a cui tutti i fan dell’evento fanno riferimento col sorriso.

carola eurovision 1991

Carola, la vincitrice dell’Eurovision 1991

Peripezie che, siamo sicuri, non si ripeteranno durante l’Eurovision 2022, in partenza oggi da Torino con le prime prove generali dei paesi che si esibiranno nel corso della prima semifinale del prossimo 10 Maggio. Il rinnovato interesse della Rai e degli italiani verso l’evento sarà garanzia di una organizzazione di qualità.

Ma un salto nel passato potrebbe essere molto divertente: prendete il telecomando e preparate i pop corn, Carola, Peppino di Capri, Dulce Pontes e Sergio Dalma vi aspettano sul palco di Roma 1991.

1 Response

  1. Danilo ha detto:

    Aldilà dell’organizzazione, le canzoni partecipanti erano belle, oltre a quelle citate anche Malta, Israele e Svizzera, che portò una canzone in italiano, erano gradevoli. Mi sarei aspettato una canzone in italiano dalla Svizzera anche quest’anno.

Commenta questa notizia...