Eurovision 2022: gli ascolti internazionali della prima semifinale

Eurovision 2022 Mika Pausini Cattelan

Cominciano ad affluire dai vari Paesi europei gli ascolti tv della prima semifinale dell’Eurovision Song Contest 2022 che su Rai 1 ha ottenuto, come prevedibile, numeri record.

In generale osserviamo un calo di ascolti televisivi, complice l’uscita dalla pandemia, che porta le persone ad abbandonare progressivamente il focolare domestico, e la sempre maggior diffusione delle piattaforme streaming. Questo fa diminuire l’intera platea televisiva, mentre le quote di share tendono a rimanere costanti o ad abbassarsi in misura limitata.

Ricordiamo che tutti i dati che seguono, salvo diverse indicazioni, non includono gli ascolti delle dirette streaming disponibili sulle piattaforme delle singole emittenti nazionali e sul canale ufficiale YouTube.

In Spagna la tv pubblica ha deciso di promuovere le semifinali sul primo canale, La 1. Il risultato è che l’ascolto medio, pari a 1.245.000 spettatori con il 9,2% di share è il doppio rispetto a quello dello scorso anno, quando le semifinali furono trasmesse sul secondo canale, La 2.

In Germania non si è ripetuto l’exploit dello scorso anno quando entrambe le semifinali superarono quota 700.000 spettatori: in media ieri sera 500.000 spettatori si sono sintonizzati su One (2,2% di share).

Buon risultato nei Paesi Bassi con 2.294.000 telespettatori e il 45,6% di share, anche se lontano dai valori record di un anno fa, quando l’Eurovision fu ospitato a Rotterdam.

Allo stesso modo, anche in Norvegia si registrano ascolti molto alti, seppur inferiori a quelli entusiasmanti del 2021: 615.000 telespettatori e il 63,3% per la messa in onda di ieri.

In Svezia si è registrata una flessione: 836.000 spettatori ieri contro 997.000 un anno fa. Lo share è stato pari al 40,9%. Si tratta comunque di ascolti in linea con le semifinali senza rappresentante svedese tra il 2017 e il 2019.

Perde terreno anche la Grecia, con un pubblico di 644.000 spettatori pari al 13,6%, ossia oltre 3 punti di share in meno rispetto alla semifinale dello scorso anno con la partecipazione greca.

In crescita l’ascolto del Portogallo con 775.000 spettatori e il 17% di share e un picco del 20,1% al momento dell’esibizione di Maro.

Per il Belgio, sulla tv francofona Tipik si sono sintonizzati 107.969 spettatori, mentre su quella fiamminga EEN 577.026 spettatori.

‏In linea con la media storica l’ascolto del Regno Unito con 545.800 spettatori e il 3,76% di share su BBC Three.

Chiudiamo con gli ascolti di due Paesi dell’Est Europa dove l’Eurovision fatica a imporsi presso il grande pubblico: appena 125.000 spettatori hanno seguito la prima semifinale in Romania (2,3% di share), mentre in Repubblica Ceca lo share è stato pari al 2,6%.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”.

Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e WhatsApp. Seguici su tutti i principali Social Media (qui l’elenco completo).

Eurofestival News sui social

Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Commenta questa notizia...