“Una voce per San Marino” sarà la selezione anche per l’Eurovision 2023 nel Titano

Sarà ancora “Una voce per San Marino” la selezione nazionale per l’Eurovision 2023 di San Marino RTV. Lo ha annunciato ufficialmente, in una intervista il Segretario di Stato al Turismo (l’equivalente del Ministro italiano) della Repubblica di San Marino Federico Pedini Amati, nel corso di una intervista rilasciata al TG dell’emittente pubblica del Titano.

Queste le sue parole:

E’ succcesso quello che capita sempre nelle competizioni: una volta vinci, un’altra perdi. Bisogna accettare anche questo tipo di sconfitta, che è una sconfitta gloriosa, perchè essere qui oggi  è molto importante per il nostro Paese.

Ci riproveremo il prossimo anno, con le stesse selezioni, la stessa modalità, con l’aiuto di San Marino RTV e della Media Evolution e ci auguriamo con tanti artisti che vorranno venirsela a giocare a San Marino.

Di nuovo al lavoro

Di “Una voce per San Marino” si riparlerà dunque nei prossimi mesi, quando verrà deciso se ed eventualmente come modificare leggermente il format, che comunque ha portato oltre 500 artisti nella Repubblica di San Marino e che proprio durante i giorni dell’Eurovision 2022 è stato anche oggetto di un panel all’Università di Torino, alla presenza del capodelegazione Alessandro Capicchioni.

Esibizione iconica

Il quale, sempre ai microfoni di San Marino TV, nonostante la delusione per l’eliminazione (Achille Lauro è arrivato appena quattordicesimo, si è scoperto sabato notte alla pubblicazione delle classifiche), si è detto soddisfatto per l’esibizione.

Lo  staging di Achille Lauro è già iconico: lui non ha perso perché rimarrà nella storia dell’Eurovision e lo si è visto dall’accoglienza della nostra performance. Era una semifinali difficile, sono rimasti fuori molti Paesi forti, una delle più dure degli ultimi anni.

San Marino si è qualificata per tre volte nell’ambito delle sue dodici partecipazioni, col massimo risultato del 19.posto con “Say na na na” di Serhat nel 2019.

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

1 Response

  1. Marco ha detto:

    Non sta certo a me decidere ma agli organizzatori del concorso ” Una voce per San Marino” proporrei di escludere gli artisti che hanno preso parte alle ultime due edizioni del Festival di San Remo. Anche per evitare polemiche e “furbate” da parte di certi artisti stessi.

Commenta questa notizia...