Eurovision 2022: gli ascolti internazionali della finale (con diversi record)

Eurovision 2022 Mika Pausini Cattelan

Com’è andato l’Eurovision 2022 nei vari Paesi europei? Analizziamo i principali dati d’ascolto, ricordando che un confronto con il passato non può non tenere conto della maggior frammentazione dell’offerta televisiva, della sempre maggior diffusione delle piattaforme streaming e, con riferimento all’anno scorso, con una platea più bassa a causa della fine delle restrizioni Covid.

Regno Unito: l’attesa per una potenziale vittoria del proprio rappresentante, Sam Ryder, porta al record di spettatori dal 2011 e al record di share almeno degli ultimi 20 anni (qui lo storico dei dati britannici). L’ascolto medio è stato pari a 8.884.000 spettatori, pari al 55% di share, con un picco di 10,6 milioni (80,3% di share) all’annuncio dei vincitori.

Spagna: anche qui c’era grande attesa per i risultati, con un podio conquistato dopo 27 anni da Chanel. Con una media di 6.835.000 spettatori e il 50,8% di share, raggiunge il secondo risultato di spettatori e lo share più alto degli ultimi 14 anni. Il picco è stato registrato alle 0:57 con 8.853.000 spettatori e il 71,6%.

Germania: ancora una volta i tedeschi non tradiscono la loro passione per il contest nonostante i numerosi risultati flop degli ultimi anni. Il pubblico totale è stato di circa 7.300.000 telespettatori, con il 36,5% di share, sommando i dati del canale principale (6.536.000 spettatori e il 32,73% di share su ARD-Das Erste) e il canale simulcast (760.000 spettatori e il 3,81% di share su One) che aveva già trasmesso le semifinali. Sul pubblico tra i 14 e i 49 anni lo share totale cresce addirittura al 53,5%.

Francia: unico Paese dei Big 5 che registra un calo evidente sull’anno scorso, perdendo oltre 2 milioni di spettatori e 8 punti share. Il dato medio è stato infatti di 3.180.000 spettatori (23,4% di share).

Norvegia: con uno share dell’89,1%, è il Paese che tocca la quota maggiore fra quelli analizzati finora, un valore che è anche il più alto almeno dal 2000 ad oggi. In media, sono stati 1.237.600 i norvegesi che hanno seguito la finale, in linea con i dati 2019.

Svezia: dati alti come di consueto seppur in calo rispetto allo scorso anno con una media di 2.447.000 spettatori e il 80,9% di share su SVT1 a cui si aggiungono i 16.000 spettatori che hanno scelto la trasmissione in lingua dei segni su SVT24 e ben 229.000 spettatori che hanno seguito la diretta streaming su SVT Play.

Finlandia: dopo il record dello scorso anno gli ascolti si stabilizzano comunque su valori molto alti, arrivando a 1.001.000 spettatori e il 72% di share.

Paesi Bassi: inevitabile flessione rispetto al 2021, quando fu Rotterdam ad ospitare l’Eurovision. La media di 3.090.000 spettatori pari al 68,6% di share resta comunque di tutto rispetto.

Portogallo: con 1.029.000 spettatori e il 24,8% di share, l’ascolto si mantiene su buoni livelli seppur in calo di 2 punti di share sul 2021.

Grecia: la media di 1.955.000 spettatori è in linea con gli ultimi anni, mentre lo share pari al 52,2% è il più alto dal 2015.

Cipro: l’assenza in finale dopo 6 qualificazioni consecutive pesa sul bilancio degli ascolti, che calano al minimo storico con 80.000 spettatori e il 44,8% di share.

Serbia: la straordinaria performance di Konstrakta spinge gli ascolti al massimo degli ultimi 10 anni con una media di circa 1.150.000 spettatori e il 47,0% di share.

Polonia: rimbalzo negli ascolti dopo 3 mancate qualificazioni. I 3.765.000 spettatori che hanno seguito la finale sui canali TVP 1 e TVP Polonia è superiore all’ultima esibizione in finale del 2017, mentre lo share totale pari al 44,2% è il più alto dal 2004.

Irlanda: la fedeltà del pubblico irlandese non accenna a diminuire, nonostante i poveri risultati degli ultimi anni. La media di 314.000 spettatori e il 33% di share è in linea con le scorse edizioni in cui l’Irlanda non si è qualificata per la finale.

Nei prossimi giorni provvederemo ad aggiornare tutte le schede con gli ascolti dell’Eurovision Song Contest nazione per nazione.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”.

Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e WhatsApp. Seguici su tutti i principali Social Media (qui l’elenco completo) e scopri come sostenerci e sostenere una informazione da sempre indipendente.

Eurofestival News sui social

Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Commenta questa notizia...