Eurovision 2023: Israele eleggerà il proprio rappresentante con una selezione interna

Eurovision 2023, Israele

Dopo il comunicato di quest’oggi, dal quale si è appreso che sarà il vincitore del Festival di Sanremo 2023 a rappresentare il nostro Paese al prossimo Eurovision Song Contest, confermando dunque un rituale che va avanti dal 2015, emergono altre novità circa le modalità di selezione della propria entry eurovisiva da parte degli altri Paesi partecipanti.

È stato, infatti, Israele ad annunciare che il prossimo rappresentante sarà scelto attraverso una selezione interna: sarà quindi la stessa IPBC, l’emittente nazionale israeliana, a designare direttamente il prossimo rappresentante di Israele. Per quanto concerne la canzone, la modalità di selezione sarà nota in seguito, una volta scelta la voce che dovrà cantarla.

A selezionare il prossimo rappresentante di Israele all’Eurovision Song Contest sarà un comitato che include 9 persone:

  • il direttore delle stazioni radio musicali IPBC
  • due editori musicali con esperienza nella selezione delle canzoni
  • due rappresentanti della divisione televisiva di IPBC
  • quattro rappresentanti esterni provenienti dal mondo della musica e della cultura

Sicuramente questa scelta rappresenta un’inversione di tendenza rispetto alle modalità di selezione seguite negli ultimi anni. Dal 2015 al 2022, l’artista che ha rappresentato Israele all’Eurovision Song Contest è stato sempre eletto attraverso un talent show. Questa decisione si è dimostrata molto efficace dato che lo Stato ebraico ha centrato ininterrottamente la finale proprio dal 2015 fino allo scorso anno, vincendo addirittura la kermesse nel 2018. Quest’anno Michael Ben David è stato invece eliminato in semifinale dove si è fermato al tredicesimo posto.

Sarà fra l’altro il primo anno che IPBC, nata come emittente solo nel 2017, avrà il compito di selezionare il rappresentante di Israele all’Eurovision Song Contest. L’ultima volta che l’artista è stato selezionato internamente è stato nel 2014 quando fu Mei Finegold a difendere i colori israeliani a Copenaghen. Anche Eden Alene fu selezionata internamente da IPBC nel 2021, ma semplicemente dopo che l’artista israeliana di origini etiopi aveva vinto la selezione nazionale nel 2020 guadagnato il biglietto per l’Eurovision del medesimo anno, cancellato poi per la pandemia.

Israele verso l’Eurovision 2023

Israele ha debuttato all’Eurovision Song Contest nel 1973 e vanta nell’Albo d’Oro ben quattro vittorie: 1978, 1979, 1998 e 2018. Dall’introduzione delle semifinali nel 2004 è arrivato in finale per 11 volte su 18, l’ultima volta nel 2021. L’ultima vittoria è arrivata grazie a Netta che con la sua “Toy” ha trionfato all’Eurovision 2018 di Lisbona e ha portato il suo Paese ad organizzare la manifestazione musicale più importante al mondo nel 2019 a Tel Aviv.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”.

Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e WhatsApp. Seguici su tutti i principali Social Media (qui l’elenco completo) e scopri come sostenerci e sostenere una informazione da sempre indipendente.

Eurofestival News sui social

Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Commenta questa notizia...