Francesco Gabbani: “La vittoria dell’Ucraina all’Eurovision 2022 ha un forte valore simbolico”

gabbani ucraina eurovision 2017
Credits: EBU / Andres Putting

Francesco Gabbani e l’Ucraina, un rapporto indissolubile quello tra l’artista carrarese e la nazione dove prese parte all’Eurovision Song Contest nel 2017. In occasione del Festival “Il Libro Possibile” di Polignano a Mare, Gabbani è stato interpellato sulla vittoria dell’Ucraina a Torino lo scorso maggio, trionfo che secondo lui ha un forte valore simbolico:

La musica, come tutte le forme d’arte, ha la responsabilità di essere un amplificatore, un megafono, dei punti di vista. Io mi auguro che possa servire la vittoria dell’Ucraina quantomeno dal punto di vista simbolico. Me lo auguro.

Un auspicio che trova forza nel messaggio di “Stefania“, nata come canzone dedicata alle madri ma elevata, alla luce dei drammatici fatti, a inno di amore e resistenza verso la propria patria. La canzone prima ha toccato i cuori in tutta Europa in occasione della finalissima dello scorso 14 maggio e ancora continua a viaggiare.

Ne sono testimonianza i concerti che la Kalush Orchestra terrà in Nord America il prossimo autunno – con i proventi devoluti all’associazione Help Heroes of Ukraine – ma anche in Italia. La band sarà a Monopoli il 16 agosto mentre domani, domenica 10 luglio, un altro gruppo eurovisivo ucraino, i Go_A, sarà a Siracusa.

Francesco Gabbani e l’Ucraina

Dicevamo in apertura del rapporto tra Francesco Gabbani e l’Ucraina. Il tutto parte dal 2017 quando, dopo aver vinto il Festival di Sanremo, Gabbani portò “Occidentali’s Karma” sul palco eurovisivo di Kiev. Arrivatoci con i favori del pronostico, chiuse 6° (334 punti), ma vinse il premio della sala stampa e diffuse in tutta Europa la riflessione sulla ricerca spirituale occidentale.

A seguito dello scoppio della guerra Gabbani postò un messaggio sui social ricordando l’esperienza del 2017, augurandosi un futuro di pace:

A maggio 2017 mi trovavo a Kiev per l’Eurovision Song Contest con Occidentali’s Karma. Mai come adesso le parole “L’evoluzione inciampa” mi sembrano attuali. Ho cantato la pace e la canterò ancora. Sono per la pace sempre e comunque.

La pace – come l’ambiente – è un tema che sta a cuore all’artista di Carrara e che torna in uno dei suoi ultimi singoli, “Peace & Love“, scritto prima dell’invasione russa in Ucraina ma il cui testo, letto ora, si carica di ulteriore significato.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”.

Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e WhatsApp. Seguici su tutti i principali Social Media (qui l’elenco completo).

Eurofestival News sui social

Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Commenta questa notizia...