Eurovision 2023: ruolo importante per l’Ucraina nello show

Torino Kalush Orchestra Eurovision
Credits: EBU / Sarah Louise Bennett

Lo scenario che non si verificava dal 1980 c’è: Eurovision 2023 nel Regno Unito per impossibilità di tenerlo, per ovvie ragioni, in Ucraina.

Ma lo spostamento de facto, provocato dalla guerra che la Russia ha mosso in territorio ucraino, non ha fermato la voglia di mostrare quel che il Paese è in grado di portare avanti a livello culturale. E l’Eurovision sarà piattaforma importante, come spiega il Ministro della Cultura Oleksandr Tkachenko.

Già la BBC aveva chiarito che l’Ucraina sarebbe stata parte fondamentale dello show. Tkachenko, nel programma Vikna andato in onda sulla STB lo scorso sabato, ha spiegato anche che l’EBU aveva pensato a far ospitare il concorso a Paesi vicini, senza specificare quali (verosimilmente la Polonia, dove sono passati milioni di ucraini in fuga).

Circa la presenza dell’elemento culturale ucraino nel Regno Unito, Tkachenko ha dichiarato:

La bandiera ucraina, video delle città ucraine, presentatori ucraini e un gruppo creativo ucraino diventeranno parte integrante dello show in Gran Bretagna.

Il tutto fa seguito alla mail che Charlotte Moore, la responsabile dei contenuti della BBC, ha spedito allo staff della tv pubblica britannica. Il tono è all’incirca quello. Si legge anche:

Lavoreremo a stretto contatto coi nostri colleghi dell’UA:PBC e mostreremo la cultura e la musica ucraina come parte chiave dell’evento. Sono grata per il brillante lavoro che Kate Phillips, il team dell’intrattenimento, BBC Radio e i BBC Studios hanno fatto per rendere il portacolori del Regno Unito così popolare: 9 milioni e mezzo di persone hanno visto l’Eurovision quest’anno nel Paese, e spero che saremo ancora di più nel prossimo anno, quando lo ospiteremo qui. Kate guiderà l’evento per noi.

E per il nome del presentatore, un inevitabile frontrunner viene già dato da scommesse (che vertono anche su questo): Timur Miroshnychenko, diventato popolarissimo per le sue telecronache dal bunker e per un’esultanza che ha fatto il giro d’Europa.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”.

Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e WhatsApp. Seguici su tutti i principali Social Media (qui l’elenco completo) e scopri come sostenerci e sostenere una informazione da sempre indipendente.

Eurofestival News sui social

Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Commenta questa notizia...