Festival di Sanremo 2023: ecco i titoli delle 28 canzoni in gara

Sanremo 2023 partecipanti

Nella lunga serata dedicata a selezionare i sei artisti da Sanremo Giovani, Amadeus ha rivelato i titoli delle canzoni dei 22 Big che prenderanno parte a Sanremo 2023, che si terrà dal 7 all’11 febbraio prossimi.

I 22 Big sono stati ospiti del direttore artistico Amadeus e hanno svelato, oltre al titolo, qualche dettaglio del brano selezionato per il Festival di Sanremo 2022. Vediamo dunque i titoli dei 22 brani:

ANNA OXA – “Sali (Canto dell’anima)”

Un grande ritorno sulle scene per Anna Oxa, che mancava al Festival dal 2011 e ritorna a distanza di diversi anni in televisione. A Sanremo 2023 sarà la solista più anziana in gara, nonché l’unica con ben due vittorie, ottenute nel 1989 e 1999. Nel 1989 partecipò insieme a Fausto Leali all’Eurovision Song Contest, chiudendo al nono posto con “Avrei voluto”.

Con “Sali (Canto dell’anima)” marca la sua quindicesima partecipazione alla kermesse italiana, raggiungendo il record di partecipazioni di Al Bano, Milva, Peppino di Capri e Toto Cutugno. Anna Oxa tuttavia ha ottenuto un considerevole record, essendo l’unica artista donna ad aver presenziato ad almeno un Festival di Sanremo in ben sei decadi consecutive.

ARIETE – “Mare di guai”

Esordio sul grande palco dell’Ariston per Arianna del Giaccio in arte Ariete, ventenne di Anzio. Piccola stella dell’indie italiano giunta al successo con “L’ultima notte” (doppio disco di platino nel 2021), presenterà a Sanremo 2023 il brano “Mare di guai”, scritto da lei stessa.

Dalla personalità delicata, che tuttavia le ha permesso di ottenere oltre 100 milioni di streams su Spotify, durante l’ospitata a Sanremo Giovani ha affermato: “Sono contentissima, sono super emozionata. Sono qui per divertirmi e non vedo l’ora!”

ARTICOLO 31 – “Un bel viaggio”

Dopo 17 anni dal primo storico scioglimento, e dopo aver rifiutato ogni tipo di invito alla kermesse, J-Ax e DJ Jad si presenteranno come Articolo 31 nell’insolita veste di esordienti. Per celebrare il loro esordio a Sanremo 2023, il giorno dell’annuncio hanno pubblicato sui social network un freestyle, rivelando anche di essere al lavoro sull’ottavo album a vent’anni di distanza da “Italiano medio”.

COLAPESCE DIMARTINO – “Splash”

Forti del loro successo al Festival di Sanremo 2021 in cui si piazzarono quarti con “Musica leggerissima” che oggi conta cinque dischi di platino (miglior risultato discografico di quel Sanremo insieme all’iconica “Zitti e buoni” dei Maneskin), Lorenzo Urciullo e Antonio Di Martino hanno voluto riprovarci. Chissà se con il brano “Splash” presentato a Sanremo 2023 riusciranno a sbancare come sbancarono allo scorso Sanremo.

COMA_COSE – “L’addio”

Dalle fiamme negli occhi fino a “L’addio”, i Coma_Cose sono tra i gruppi rivelazione di quel Sanremo 2021, alfieri della Asian Fake. Il brano, esattamente come “Fiamme negli occhi” è stato scritto dai due membri Fausto Lama e California, nomi d’arte rispettivamente di Fausto Zanardelli e Francesca Mesiano.

Con “Mancarsi” e Hype Aura”  sono tra le firme più particolari dell’indie rap italiano, noti per l’associazione di concetti apparentemente slegati tra loro ma in realtà con un significato intrinseco e spesso nascosto da una o più metafore.

ELODIE – “Due”

Al suo terzo Festival in sette edizioni, Elodie ha dominato le classifiche negli ultimi anni, con collaborazioni con le firme più importanti dell’urban italiano quali Marracash, Rkomi e lo stesso Mahmood (che ha firmato “Andromeda” nell’impresa di Sanremo 2020).

Il suo singolo “Bagno a mezzanotte” è stato certificato triplo disco di platino ed è al nono posto tra i videoclip italiani più visti del 2022 (ad oggi conta quasi 30 milioni di visualizzazioni), mentre a fine 2022 ha esordito come attrice nel film drammatico “Ti mangio il cuore” di Pippo Mezzapesa.

GIANLUCA GRIGNANI – “Quando ti manca il fiato”

Un ritorno sulle scene dopo anni difficili, Gianluca Grignani si presenta a Sanremo 2023 con il brano “Quando ti manca il fiato”, a distanza di otto anni dal Sanremo 2015 in cui vi prese parte per la sesta volta con “Sogni infranti”. Come ospite invece, Grignani ha preso parte nella serata delle cover con Irama, con il quale ha cantato la sua celebre hit del 1995 “La mia storia fra le dita”.

GIORGIA –  “Parole dette male”

Probabilmente il colpaccio di Amadeus per Sanremo 2023, che è riuscito a riportare in gara una delle cantanti più importanti degli ultimi 30 anni di musica italiana. Giorgia ha partecipato appena quattro volte a Sanremo, ma ogni volta con risultati importanti e con brani rimasti nell’immaginario collettivo, ovvero “E poi” (vincitrice nella Categoria Giovani del 1994), “Come saprei” (vincitrice nel 1995), “Strano il mio destino” (terza nel 1996) e “Di sole e d’azzurro” (seconda nel 2001).

Un palmares niente male, cui si aggiungono innumerevoli premi vinti ed il record per essere la prima artista in assoluto a vincere Sanremo e contemporaneamente il Premio della Critica poi denominato “Mia Martini” (impresa riuscita solo ad Elisa, Simone Cristicchi, Roberto Vecchioni e Diodato nella categoria Big).

I CUGINI DI CAMPAGNA – “Lettera 22”

Con 53 anni di carriera, i Cugini di Campagna sono diventati famosi grazie ai loro look stravaganti e la voce in falsetto del primo cantante, e di recente sono ritornati alla ribalta per alcune dichiarazioni sui social nei confronti dei Maneskin e di Lady Gaga.

Con la ritrovata voce di Nick Luciani si presentano a Sanremo 2023 con il brano “Lettera 22”, scritto da Veronica Lucchesi e Dario Mangiaracina, i due componenti principali de La Rappresentante di Lista (undicesimi a Sanremo 2021 con “Amare” e settimi l’anno dopo con l’iconica “Ciao ciao”).

LAZZA – “Cenere”

Una delle firme più importanti e pesanti del rap italiano degli ultimi dieci anni, era già nei rumors per un esordio a Sanremo, anche grazie ad avere il suo album “Sirio” come l’album più venduto del 2022 e rimasto più tempo in testa alla classifica degli album più venduti della settimana (ben 17 settimane al primo posto consecutivo).

Protagonista di un simpatico scambio di tweet con la cantante Giorgia, che dopo aver riportato il tifo del figlio Samuel verso il rapper, ha ricevuto supporto da Lazza che ha affermato “Io tifo te allora”.

LDA – “Se poi domani”

Unico reduce della ventunesima edizione di Amici di Maria de Filippi, Luca D’Alessio è un giovanissimo cantautore che esordisce al Festival di Sanremo con il brano “Se poi domani”. Il suo cognome non trae in inganno, si tratta proprio del figlio di Gigi D’Alessio, che gli ha fatto i suoi auguri in un post su Instagram.

Tra i successi ottenuti nell’anno all’interno della scuola di Amici ci sono i brani “Quello che fa male” e “Bandana”, il primo certificato platino e il secondo certificato oro. L’album omonimo “LDA” ha esordito al terzo posto della classifica FIMI album.

LEO GASSMANN – “Il terzo cuore”

Dopo l’eliminazione ad X Factor 2018 e dopo la vittoria nelle Nuove Proposte di Sanremo 2020, Leo Gassmann è riuscito a ritagliarsi un suo spazio nel pop italiano, seppur con un pubblico molto di nicchia. Con “Il terzo cuore” cerca in Sanremo 2023 un rilancio che non è riuscito ad ottenere nel 2020, anche a causa dell’incipiente Pandemia di Coronavirus che ha bloccato la promozione del’album “Strike”. Il suo brano è firmato da Riccardo Zanotti dei Pinguini Tattici Nucleari

LEVANTE – “Vivo”

Annunciata per penultima da Amadeus il 4 dicembre, Levante si presenta a Sanremo per la seconda volta dopo una travolgente “Tikibombom”, quel brano dedicato agli ultimi della vita poi giunto dodicesimo a Sanremo 2020.

Una florida carriera da cantautrice nonché erede naturale della cantantessa Carmen Consoli, Levante nei tre anni intercorsi ha collaborato con Altarboy nel brano “Vertigine”, pubblicato un terzo romanzo “E questo cuore non mente” ed è diventata mamma di Alma Futura, che poco dopo la fine di Sanremo 2023 compierà il suo primo anno di vita.

MADAME –  “Il bene nel male”

Anche lei come altri tra le stelle nate in quel Sanremo 2021 rivoluzionario, dove Francesca Calearo (questo il vero nome) si è piazzata all’ottavo posto con “Voce”, spopolando poi nell’airplay anche con brani come “Marea”, “Perso nel buio” cantata con il compaesano e amico Sangiovanni e “L’eccezione”.

Negli ultimi tre anni ha mantenuto il titolo di artista donna italiana più ascoltata e riprodotta su Spotify, e ha scritto per Laura Pausini il brano “Scatola”, parte della colonna sonora del film autobiografico “Laura Pausini piacere di conoscerti” ed eseguito nell’opening act dell’Eurovision 2022 a Torino.

MARA SATTEI – “Duemilaminuti”

Classe 1995, Mara Sattei (pseudonimo di Sara Mattei) è uno dei nomi dell’urban pop femminile di punta degli ultimi cinque anni. In gara con “Duemila minuti” scritta dal frontman dei Maneskin Damiano David, ha già avuto modo di duettare con Giorgia nel brano “Parentesi” e con Tananai nel brano estivo “La Dolce vita”, giunto al secondo posto tra i video italiani più visti del 2022 (superati solo da “Brividi” di Mahmood e Blanco).

È la sorella di Davide Mattei, meglio noto come Tha Supreme, ora ThaSup, uno dei produttori più floridi degli ultimi dieci anni nonostante la giovanissima età. A Sanremo 2023 ha già provato a partecipare negli anni passati, ed è finalmente giunto il suo momento.

MARCO MENGONI – “Due vite”

Al suo terzo Sanremo in gara, Marco Mengoni si presenta a distanza di dieci anni dal suo trionfo nel 2013 con “L’essenziale”, poi giunta al settimo posto all’Eurovision Song Contest 2013 di Malmö, e a distanza di tredici anni dall’esordio nel 2010 con “Credimi ancora” freschissimo della vittoria nella terza edizione di X Factor.

È stato il primo italiano a vincere il Best European Act agli MTV EMA, ottenuto nel 2010 e nel 2015, reduce dalla pubblicazione di Atlantico (uno degli album italiani più belli della scorsa decade) e da un trittico composto da Materia (Terra), Materia (Pelle) e dalla terza parte in uscita ad Aprile. Più volte corteggiato da Amadeus per averlo in gara, finalmente il cantante 33enne di Ronciglione ha deciso di ritornare in gara.

MODÀ – “Lasciami”

Ritornati anche loro a distanza di dieci anni dall’ultimo Sanremo, i Modà sono ormai ben lontani dai numeri di “Viva i romantici” (penultimo album italiano ad essere stato certificato disco di diamante nel lontano 2011). Sono al terzo Festival, dopo un secondo posto con Emma Marrone e l’indimenticabile “Arriverà” ed un terzo posto con “Se si potesse non morire” cercano il rilancio nel mainstream.

In questi anni di pausa, il frontman Francesco Silvestre si è dedicato al cinema, e ha scritto nel 2015 e nel 2017 i due brani con cui Bianca Atzei ha partecipato a Sanremo, ovvero “Il solo al mondo” e “Ora esisti solo tu”.

MR. RAIN – “Supereroi”

Con 200 milioni di streams su Spotify, Mr. Rain è all’esordio sanremese dopo più anni in cui non è riuscito ad entrare nella rosa dei concorrenti. Tra i suoi più grandi successi troviamo “Meteoriti”, “Fiori di Chernobyl'” e “9.3”, oltre a vantare diverse collaborazioni con nomi della scena italiana e internazionale, come Annalisa, J-Ax e Birdy.

PAOLA & CHIARA – “Furore”

Cinque milioni di dischi venduti, Paola e Chiara come gli Articolo 31 hanno scelto il palco di Sanremo per ufficializzare la loro reunion a distanza di dieci anni dall’album “Giungla” e conseguente scioglimento.

Da “Vamos a bailar” a “Festival” sono state le protagoniste delle estati italiane dei primi anni 2000, ma non hanno disdegnato il palco del Festival di Sanremo, dal quale sono partite nel 1997 con “Amici come prima”. Mancano dal Festival da 18 anni, quando le sorelle Iezzi non riuscirono a raggiungere la serata finale con “A modo mio”

ROSA CHEMICAL – “Made in Italy”

Uno dei rapper più prolifici della scena hip hop italiana, con i brani “Polka” e “Gangsta Love” ha raggiunto cifre importanti su Spotify, ed ha preso parte a Sanremo 2022 nella serata delle cover insieme a Tananai in cui ha reinterpretato “A far l’amore comincia tu” di Raffaella Carrà chiudendo all’ultimo posto.

A Sanremo 2023 esordisce con il brano “Made in Italy”, e ci sono tutte le condizioni per cui lui potrebbe essere uno dei nomi più chiacchierati per via del look stravagante e le associazioni che inevitabilmente saranno fatte con Achille Lauro.

TANANAI – “Tango”

Cantautore rivelazione del 2022, unico a fare la doppia partecipazione dopo Sanremo 2022, al quale si piazzò all’ultimo posto con “Sesso occasionale”. Dopo la fortuita partecipazione al Festival (avvenuta peraltro grazie al secondo posto ottenuto a Sanremo Giovani 2021), ha acquisito popolarità tra i giovani grazie al suo stile scanzonato e irriverente.

Il suo brano “Baby Goddamn” è diventato virale sui social pur essendo stato pubblicato nel 2021, ed oggi ha certificato tre dischi di platino, quello che si potrebbe definire una sleeper hit, ovvero un brano che viene rilasciato con scarso successo e viene successivamente rivalutato (un esempio internazionale potrebbe essere “Running up that hill” di Kate Bush, riemersa grazie alla quarta stagione di Stranger Things)

ULTIMO – “Alba”

Nome d’arte di Niccolò Moriconi, Ultimo è reduce da un tour negli stadi completamente sold-out. Giunge per la terza volta in sei anni al Festival di Sanremo, dopo aver vinto nelle nuove proposte con “Il ballo delle incertezze” (miglior successo discografico di quel Sanremo) ed essere arrivato secondo l’anno dopo con “I tuoi particolari”.

Giunge a Sanremo 2023 nuovamente con il consenso dei pronostici, sarà arrivato l’anno della prima vittoria del cantautore romano?

Nella serata sono stati incoronati i sei vincitori di Sanremo Giovani, che hanno avuto modo di rivelare i titoli dei brani con i quali parteciperanno a Sanremo 2023:

  • Shari – “Egoista”
  • Colla Zio – “Non mi va”
  • gIANMARIA – “Mostro”
  • Sethu – “Cause perse”
  • Will – “Stupido”
  • OLLY – “Polvere”

Da Sanremo 2023 all’Eurovision

Come ormai tradizione dal 2015, anche il vincitore di Sanremo 2023 avrà il diritto di rappresentare l’Italia all’Eurovision Song Contest 2023 a Liverpool, in Regno Unito. Qualora il vincitore di Sanremo 2023 dovesse rifiutare, la palla passerà in mano alla Rai che sarà libera di scegliere internamente al Festival di Sanremo il candidato da mandare in Eurovisione.

All’ultimo Eurovision 2022 a Torino, l’Italia è stata rappresentata da Mahmood e Blanco con il brano “Brividi”, che chiusero al sesto posto con 268 punti (110 dal televoto e 158 dalle giurie). Riuscirà il vincitore di Sanremo 2023 a continuare questa linea di top 10 iniziata nel 2017 con Francesco Gabbani?


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”.

Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e WhatsApp. Seguici su tutti i principali Social Media (qui l’elenco completo).

Eurofestival News sui social

Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Commenta questa notizia...