Eurovision 2023, rivelato il team di produzione

Eurovision 2023 Liverpool

Tramite il sito Eurovision.tv si è venuti a conoscenza dell’intero team di produzione dell’Eurovision 2023 che si terrà a Liverpool in Regno Unito il prossimo maggio.

Per la kermesse europea la BBC Studios Entertainment & Music non si è risparmiata, mettendo in campo personalità professionali che hanno collaborato per importanti show della storica emittente, una delle più importanti ed influenti al mondo.

Per la regia saranno coinvolti Nikki Parsons, Richard Valentine e Ollie Bartlett, un trio di registi che hanno un’esperienza di lunga data come Multi Camera Directors e che hanno un’eccellente padronanza del Cue Pilot, essenziale per uno show veloce e dinamico come l’Eurovision. Nikki Parsons si occuperà della Finale, ed ha alle spalle quasi 17 anni di onorata carriera dietro le quinte di Strictly come dancing (la versione inglese di “Ballando con le stelle”, che in Regno Unito è seguitissimo), oltre ad aver diretto Britain’s Got Talent, Dancing on ice e ultimi ma non d’importanza ha diretto i funerali della Regina Elisabetta II e del Duca di Edimburgo Filippo lo scorso anno.

Richard Valentine Ollie Bartlett saranno i registi delle semifinali, il primo ha vinto più premi al merito della sua professionalità, tra cui Concert for Ukraine e concerti di Ariana Grande, Harry Styles, Beyoncé e Duran Duran; il secondo invece ha recentemente diretto Glastonbury, A secret night  with Kylie Minogue, Soccer aid, The big Night of Musicals, The National lottery’s New year’s eve Big Bash e Dance monsters (una particolare versione de il Cantante mascherato ma con i ballerini protagonisti).Inoltre lo stesso Bartlett ha collaborato con il sopracitato Parsons per la regia dei funerali della Regina Elisabetta II.

Nella direzione creativa ci saranno l’inglese Dan Shipton (direttore dell’esibizione di Sam Ryder all’Eurovision 2022 di Torino) insieme all’ucraino German Nenov, che ha diretto i videoclip delle popstar ucraine più di successo, come NK, Tina Karol e Zlata Ognevich. Entrambi sono stati diretti dalla BBC e da UA:PBC, che come già sappiamo da fine luglio/inizio agosto collaboreranno sugli aspetti creativi dell’Eurovision 2023 (quindi interval act e flag parade).

Il direttore musicale dell’Eurovision 2023 sarà Kojo Samuel, cui sarà dato l’incarico di supervisione della produzione musicale e le scelte stilistiche degli interval act e della Flag Parade ma anche delle musiche di sottofondo che introducono i video ufficiali e delle musiche delle cartoline. Kojo Samuel ha collaborato con vari artisti del panorama britannico, da Jess Glynne a Rita Ora passando per Rudimental, ed ha curato la direzione musicale per la cerimonia di chiusura dei Giochi del Commonwealth del 2022, tenuti a Birmingham dal 28 luglio all’8 agosto.

Julio Himede invece sarà il Set Designer dell’Eurovision 2023. Dopo il sole cinetico di Francesca Montinaro e del suo team, sarà compito di Julio Himede realizzare il palco di Liverpool che ospiterà la rassegna internazionale il prossimo maggio, dopo aver realizzato il palco degli MTV VMA dal 2018 al 2021, della 64° edizione dei Grammy Awards e dell’American Song Contest, il primo esperimento made in EBU di esportare il brand Eurovision oltre oceano andato a segno (dopo il tramonto dell’Eurovision Asia Song Contest che mai fu). Per il secondo anno di fila dunque non è stato selezionato il tedesco Florian Wieder, nonostante una sua potenziale candidatura (stando almeno ad un’intervista tedesca).

Come responsabile del suono ci sarà Robert Edwards, vincitore del BAFTA (l’equivalente dei Premi Oscar britannici), già entrato nella famiglia eurovisiva per essere stato Supervisore nell’edizione di Lisbona nel 2018. Ha collaborato anche nella realizzazione del Il cantante mascherato nella sua edizione UK, Britain’s Got Talent, X Factor UK, ha curato le cerimonie di apertura e chiusura dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020 e Pechino 2008 ed infine è stato parte dell’Host Broadcaster Team per la copertura dei Mondiali in Qatar conclusisi la scorsa domenica con la vittoria dell’Argentina.

Il design delle luci sarà curato da Tim Routledge, anche lui più volte vincitore del BAFTA che ha curato gli spettacoli delle Spice Girls durante la loro reunion del 2019 e il “Formation Tour” di Beyoncé, oltre ai vari X Factor, Concert for Ukraine e i Giochi del Commonwealth del 2014 a Glasgow (tra le candidate insieme a Birmingham per ospitare l’Eurovision 2023, venendo battuta poi da Liverpool lo scorso 7 ottobre).

In chiusura, ma non d’importanza, il team ucraino organizzato dall’emittente UA:PBC avrà a capo della direzione creativa la capodelegazione ucraina Oksana Skybinska, Tetiana Semenova (già Produttrice Esecutiva di programmi in Ucraina quali “The brain”, “New year’s night” e “Happy birthday Ukraine”) e infine il sopracitato German Nenov. Sarà loro il compito di dare alla manifestazione in Regno Unito quel gusto ucraino nelle scelte stilistiche.

L’Eurovision 2023 si terrà a Liverpool dal 9 al 13 maggio, 37 saranno i Paesi partecipanti che si esibiranno nella Liverpool Arena per scoprire chi sarà il successore dell’Ucraina e della Kalush Orchestra. Tra questi già quattro Paesi hanno rivelato il proprio rappresentante (Paesi Bassi, Cipro, Israele e Slovenia) e l’Ucraina ha già scelto gruppo e brano, ovvero i TVORCHI con “Heart of steel”.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”.

Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e WhatsApp. Seguici su tutti i principali Social Media (qui l’elenco completo).

Eurofestival News sui social

Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Commenta questa notizia...