Mediaset farà concorrenza a Sanremo 2023 ed è tutt’altro che una brutta notizia

Sanremo 2023 Amadeus Morandi Ferragni

Novità in arrivo per Sanremo 2023. Per anni molti telespettatori si sono domandati il senso di non avere una controprogrammazione durante la settimana del Festival della Canzone Italiana, scelta che inevitabilmente ha aiutato e non poco gli ascolti della kermesse, soprattutto in diverse edizioni diciamo non proprio “brillanti”.

Una “pace televisiva” che è durata forse troppo e che quest’anno stando alle indiscrezioni circolate ieri, poi confermate con un apposito comunicato stampa ufficiale, non ci sarà. Mediaset ha infatti deciso di mantenere la sua consueta programmazione anche tra il 7 e l’11 febbraio, la settimana del Festival.

Vengono confermati dunque programmi come C’è Poste per te con Maria de Filippi (che ha esordito sabato scorso su Canale 5 con oltre 4,9 milioni di telespettatori e il 30,1% di share), Le Iene su Italia 1, il Grande Fratello VIP su Canale 5 e l’informazione in prima serata su Rete 4 (a ridosso tra l’altro delle elezioni regionali in Lombardia e Lazio, il 12 e 13 febbraio).

Dopo troppi anni, finalmente il telespettatore potrà avere ampia possibilità di scelta, con una programmazione completa, senza “pause” nei palinsesti, potendo decidere quale rete seguire in prime time o se optare per una delle tante piattaforme in streaming.

Non dovrebbero esserci variazioni rilevanti nemmeno nella programmazione de La7 (che insieme a Rete 4, si contenderanno quella fetta di pubblico più interessata all’informazione politica e alle prossime elezioni regionali) mentre probabilmente il venerdi sera non ci sarà la concorrenza di Crozza e il suo Fratelli di Crozza, che ha permesso più volte al canale NOVE di essere la terza rete in prime time (al momento WB Discovery non ha ancora annunciato la data del ritorno in onda, ma nelle edizioni precedenti è sempre stato post Sanremo).

Va chiarito subito un punto chiave: Mediaset ha annunciato che ci saranno i consueti programmi previsti dal palinsesto, ma potrebbero subire variazioni sul giorno di messa in onda.

Tradotto, potremmo anche non assistere ad uno scontro diretto tra Sanremo e C’è Posta per te se dovesse slittare ad esempio eccezionalmente alla domenica (è solo una supposizione ovviamente).

Così come è dato quasi per certo che a febbraio il Grande Fratello VIP (che non sta facendo gli ascolti record delle prime edizioni) avrà due appuntamenti settimanali, il lunedi e il venerdi (con uno scontro diretto solo in quest’ultima serata).

Difficile anche immaginare uno scontro con il one woman show Michelle Impossible & Friends, che tornerà in onda proprio il mese di febbraio (nella prima serata del giovedi), ma è probabile successivamente alla settimana sanremese.

Una buona notizia per Amadeus

Insomma, si torna finalmente alla normalità (come è giusto che sia) e per Amadeus in fondo è anche un bene, perché difficilmente potrà eguagliare gli ascolti dello scorso anno (media di oltre 11,2 milioni di telespettatori e 13.380.000 per la finale) e in caso di flop o dati deludenti, potrà sempre dire che quest’anno la concorrenza era super agguerrita.

E se andrà bene, potrà dire anche in questo caso “nonostante tutto” è stato un successo… Comunque la si veda, difficilmente quindi qualcuno chiederà “la testa” di Amadeus, anche fosse un flop assoluto (ipotesi questa davvero improbabile).

Quali ascolti per Sanremo 2023?

Quali ascolti aspettarsi dunque da questa edizione del Festival di Sanremo, la quarta con Amadeus al timone?

Nel 2022 la media tra tutte le serate è stata di oltre 11,2 milioni di telespettatori, nel 2021 di 8,5 milioni e nel 2020 di 10,1 milioni (qui tutto lo storico anno per anno).

Delle tre edizioni fino ad ora andate in onda, è stata la terza serata di Sanremo 2021 quella che ha ottenuto l’ascolto più basso (7.587.000 e il 40,5% di share).

Lo chiediamo direttamente a voi che ci leggete: che ascolti farà Sanremo 2023? Rischierà di diventare un programma televisivo come tanti altri, facendo meno ascolti dell’Eurovision dello scorso anno (6,59 milioni di telespettatori per la finale del 14 maggio) o sarà un’altra edizione dei record?

Potete partecipare al sondaggio aperto sul nostro canale Telegram e fare le vostre previsioni (canale a cui potete iscrivervi gratuitamente per ricevere le notifiche di tutte le pubblicazioni di Eurofestival News).

L’unica certezza che abbiamo è che il vincitore di Sanremo 2023 sarà la prima scelta come rappresentante italiano al prossimo Eurovision Song Contest e non vediamo l’ora di conoscere il suo nome.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”.

Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e WhatsApp. Seguici su tutti i principali Social Media (qui l’elenco completo).

Eurofestival News sui social

Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Commenta questa notizia...