Marco Mengoni: “Eurovision? Ci tornerei, Due vite sta bene anche lì. Nel 2013 girai mezza Europa”

Marco Mengoni Eurovision

La frase è di quelle che fa scaldare i cuori di chi lo vorrebbe vedere a Liverpool, 10 anni dopo Malmö. , Marco Mengoni tornerebbe all’Eurovision Song Contest nel 2023.

Marco Mengoni: sì all’Eurovision 2023 se vince Sanremo

Parlando ai giornali nel pre-Sanremo, l’artista di Ronciglione, già vincitore del Festival di Sanremo 2013, si è espresso favorevolmente circa una sua eventuale seconda partecipazione al concorso continentale.

In particolare, le parole più circostanziate le spende dalle pagine de La Stampa nell’edizione in edicola oggi. A domanda “Se dovesse vincere andrebbe (di nuovo) all’Eurovision? Ci ha pensato?”, Marco ha risposto così:

Certo e Due vite starebbe bene anche lì, è come il vento, sta bene dappertutto. Dopo la vittoria del 2013 e l’Eurovision, iniziai a girare mezza Europa, ho una fanbase fuori dall’Italia, quotidianamente mi arriva il loro calore. Lo ricambierei molto volentieri.

Un messaggio chiarissimo, ribadito anche a Paolo Giordano de Il Giornale e riportato inoltre da Angela Calvini su Avvenire, tra gli altri.

Quella di Mengoni è una dichiarazione di grande importanza, non soltanto perché l’artista è già stato nell’ambiente eurovisivo e dunque ne conosce già i meccanismi. Si tratta, infatti, di uno dei super favoriti per la vittoria del prossimo Festival di Sanremo, nel quale canterà “Due vite”.

Sanremo 2013: la rinascita dopo il buio

E, come ribadisce anche nelle parole che tutti hanno riportato, Mengoni è diventato Marco grazie all’Ariston 10 anni fa. Perché, se è vero che “Credimi ancora” rappresentò il primo passo nel 2010, i due anni successivi furono difficili. Tant’è che:

Nel 2013 di vincere non me l’aspettavo, in tanti mi davano già per finito, nessuno credeva in noi, mi sembrava di combattere contro tutti e tutto.

Pensavo addirittura di tornare a fare l’università, la musica avrebbe fatto sempre parte della mia vita ma non sarebbe stata il mio lavoro. Invece… (da La Repubblica).

Invece, ricominciò a volare. E non si fermò più, prendendo poi il volo verso un Eurovision che fu in parte avventuroso, in parte bello da ricordare anche in occasioni successive.

Marco Mengoni: Eurovision 2013 e non solo

Marco Mengoni, nel 2013, rappresentò l’Italia cantando per 23° nella finale. Concluse al 7° posto con 126 punti.

“L’essenziale” è risultata poi il trampolino di lancio di una carriera che, in Italia, non ha più conosciuto soste e che, nove anni dopo, lo ha portato a esibirsi a San Siro (Milano) e all’Olimpico (Roma).

L’unica altra artista in gara ad aver partecipato in passato all’Eurovision è Anna Oxa (1989). Nella serata cover tornerà anche Emma (2014). Di questi, Mengoni è colui che meglio di tutti è riuscito a piazzarsi.

L’Eurovision 2023 si terrà alla Liverpool Arena il 9, 11 e 13 maggio (non è stato possibile organizzarlo in terra Ucraina, perché coinvolta nella guerra post invasione da parte della Russia). L’Italia, oltre a essere membro delle Big 5 e perciò finalista automatica, avrà diritto di televoto nella prima semifinale.

In caso di successo, Mengoni diventerebbe l’ottavo artista a rappresentare più di una volta l’Italia all’Eurovision Song Contest. I precedenti: Domenico Modugno (unico a quota tre), Claudio Villa, Gigliola Cinquetti, Massimo Ranieri, Mia Martini, Al Bano e Romina Power (qui contati come entità unica) e Mahmood.

Prima, però, deve vincere il Festival di Sanremo, condizione necessaria affinché l’artista trionfatore guadagni il diritto che, fin dal 2015, è posizionato nel regolamento della rassegna dei fiori.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”.

Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e WhatsApp. Seguici su tutti i principali Social Media (qui l’elenco completo).

Eurofestival News sui social

Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Una risposta

  1. Ornella ha detto:

    Certo che dimenticarsi dei Maneskin…. Ahahahah

Commenta questa notizia...