Eurovision 2023: la Georgia sceglie Iru Khechanovi da The Voice

Iru Khechanovi

Si è appena conclusa l’edizione 2023 di The Voice Georgia, che assurge anche a selezione nazionale per l’Eurovision di Liverpool.

Eurovision 2023: Iru Khechanovi per la Georgia

A vincerla è Iru Khechanovi, un’artista già nota al pubblico eurovisivo, sebbene in un’altra veste. Nel 2011, infatti, faceva parte delle Candy, che con “Candy music” conquistarono lo Junior Eurovision nel 2011.

In passato ha già collaborato con Guga Kukianidze, che ha messo mano a parecchie canzoni che la Georgia ha messo in scena allo Junior Eurovision nella propria storia, compresa “Mzeo” che vinse nel 2016 nella voce di Mariam Mamadashvili.

Secondo quanto riportato dalla GPB, ora servirà del tempo per scegliere e perfezionare la canzone che poi sarà eseguita sul palco della Liverpool Arena nella seconda metà della seconda semifinale, in programma giovedì 11 maggio alle 21 e in cui l’Italia non avrà diritto di televoto.

Iru Khechanovi: il percorso a The Voice

Nel suo percorso, Iru Khechanovi è partita cantando “Never enough” di Loren Allred, grazie alla quale è stata scelta da Dato Pochkhidze nel suo team. Nelle battle ha poi eseguito “Leave the door open” dei Silk Sonic, per poi proseguire con “Smells like teen spirit” dei Nirvana e “Around the world” dei Daft Punk.

In semifinale ha cantato “Rise like a phoenix” di Conchita Wurst, canzone vincitrice dell’Eurovision 2014, per poi concludere l’opera con “Euphoria” di Loreen, che si portò a casa l’Eurovision 2012.

L’artista ha vinto la finale battendo sette ulteriori artisti: Tako Kakalashvili, Tina Datikashvili, Anka Tatarashvili, Likuna Tutisani, Lika Siradze, Giorgi Datiashvili, Kakha Aslamazishvili. In particolare, il 21,88% del televoto della finale è arrivato a Iru Khechanovi.

La Georgia all’Eurovision 2022

La Georgia, nel 2022, ha presentato a Torino i pittoreschi Circus Mircus, misteriosi figuri, tutti con pseudonimi. In realtà erano:

  • Ludwig Ramírez (Shota Darakhvelidze)
  • Igor Von Lichtenstein (Nika Kocharov, già Eurovision 2016 insieme agli Young Georgian Lolitaz)
  • Bavonc Gevorkyan (Sandro Sulakvelidze)
  • Iago Waitman (Archil Sulakvelidze)

La pirotecnica “Lock me in” non è però riuscita a superare lo scoglio della seconda semifinale, nella quale ha chiuso all’ultimo posto con 22 punti. Nonostante questo, si sono ritrovati con “Weather support“, “23:34” e “Rocha” nominate per un Electronauts Award come Best Music Video.


Photo Credits: eurovision.tv / GPB


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”.

Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e WhatsApp. Seguici su tutti i principali Social Media (qui l’elenco completo).

Eurofestival News sui social

Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Commenta questa notizia...