Melodifestivalen 2023, prima semifinale: passano Jon Henrik Fjällgren e Tone Sekelius

Ha preso il via stasera dallo Scandinavium di Göteborg la 63° edizione del Melodifestivalen (Festival della canzone svedese), che come da tradizione seleziona il rappresentante del paese scandinavo all’Eurovision Song Contest.

Da sempre una delle selezioni nazionali più attese – sia in patria che tra i fan dell’Eurovision – la competizione si articola in quattro semifinali, una serata di ripescaggio e la finalissima alla Friends Arena di Stoccolma: in ogni semifinale si affrontano sette canzoni, due delle quali si qualificano alla finale, due alla serata di ripescaggio e tre vengono definitivamente eliminate.

Vince la serata e si classifica per la finale l’act formato da Jon Henrik Fjällgren & Arc North feat. Adam Woods con Where You Are (Sávežan).

Per Jon Henrik, cantante e jojkare nato in Colombia e adottato in tenera età da una famiglia sami, è la quarta partecipazione e qualificazione alla finalissima: si era piazzato secondo nel 2015, terzo nel 2017 (assieme ad Aninia) e quarto nel 2019.

Passa il turno come seconda, vincendo a mani basse il turno supplementare di voto, Tone Sekelius con il brano uptempo Rhythm Of My Show. Sekelius ha debuttato al Melodifestivalen nel 2022 con un ottimo quinto posto, diventando la prima artista transessuale a prendere parte alla finalissima.

Rivedremo al round di ripescaggio previsto per il 4 marzo prossimo Victor Crone con Diamonds ed Elov & Beny con Raggen går (Il diavolo va), mentre lasciano la competizione il 16enne Rejhan Bellani con Haunted, Loulou Lamotte con Inga sorger (Nessun problema) e il duo formato da Eva Rydberg & Ewa Roos con Länge leve livet (Lunga vita alla vita).

Crone è un nome noto al pubblico eurovisivo perché ha preso parte all’Eurovision 2019 in rappresentanza dell’Estonia, classificandosi in ventesima posizione; anche Lamotte avrebbe dovuto prendere parte all’Eurovision dopo aver vinto il Melodifestivalen 2020 come membro del gruppo vocale The Mamas, ma le fu impedito dalla pandemia di COVID-19 che portò alla cancellazione del contest.

Ricordiamo che il sistema di voto prevede la qualificazione diretta del brano più votato nel primo turno e un secondo round a 6 dove i vari gruppi di voto (3/9 anni, 10/15, 16/29, 30/44, 45/59, 60/74, 75 e più, oltre ai voti via telefono fisso) esprimono un set di punti che si somma formando la classifica completa.

I risultati sono stati i seguenti:

  1. Jon Henrik Fjällgren & Arc North feat. Adam Woods, Where You Are (Sávežan) (qualificati alla finale come vincitori del primo round)
  2. Tone Sekelius, Rhythm Of My Show – 94 punti (qualificata alla finale)
  3. Victor Crone, Diamonds – 80 punti (qualificato al ripescaggio)
  4. Elov & Beny, Raggen går – 38 punti (qualificati al ripescaggio)
  5. Rejhan Bellani, Haunted – 32 punti
  6. Loulou Lamotte, Inga sorger – 32 punti
  7. Eva Rydberg & Ewa Roos, Länge leve livet – 31 punti

Melodifestivalen 2023

Dopo due anni di stop a causa della pandemia, quest’anno il Melodifestivalen torna a celebrare la tradizionale tournée che toccherà ben cinque città (Göteborg, Linköping, Lidköping, Malmö e Örnsköldsvik) prima di giungere nella capitale l’11 marzo per la finalissima.

Karin Gunnarsson è confermata per il secondo anno come produttrice esecutiva, mentre Anders Wistbacka subentra nel ruolo di capoprogetto ad Anette Brattström. Ad accompagnarci in tutte e sei le serate sono Farah Abadi (conduttrice televisiva e radiofonica, già sul palco del Melodifestivalen 2022 al fianco di Oscar Zia) e il popolare conduttore – comico e stand-up comedian – Jesper Rönndahl.

Come già accaduto nel corso dell’edizione 2022, gli interi proventi del televoto saranno destinati alla raccolta fondi di Radiohjälpen per aiutare le popolazioni colpite dal conflitto in Ucraina.

La seconda semifinale del Melodifestivalen 2023 andrà in onda su SVT1 sabato 11 febbraio.

Tra i concorrenti in gara avremo diversi volti noti agli appassionati del Melodifestivalen: Wiktoria Johansson (seconda classificata nel 2016, finalista nel 2017 e 2019), il gruppo Panetoz (noni nel 2014 e ottavi nel 2016) e Theoz (settimo l’anno passato).

Inoltre, i pronostici annunciano come potenziale favorita Maria Sur, giovane debuttante scoperta da Sarah Dawn Finer dopo essersi rifugiata in Svezia allo scoppio del conflitto tra Ucraina e Russia.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”.

Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e WhatsApp. Seguici su tutti i principali Social Media (qui l’elenco completo).

Eurofestival News sui social

Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Commenta questa notizia...