Mimicat con “Ai coração” vince il Festival da canção e vola all’Eurovision 2023

Sarà Mimicat con “Ai coração” a rappresentare il Portogallo all’Eurovision 2023 alla M&S Bank Arena di Liverpool il prossimo Maggio. Il cantautore angolano, attuale leader dell’airplay e delle classifiche nazionali, ha vinto il Festival da canção, tradizionale concorso di selezione nazionale, che ha celebrato la sua finale come sempre a Lisbona.  A lei l’onore di tenere alta la bandiera del secondo Paese della penisola iberica.

Chi è Mimicat

Marisa  Isabel Lopes Mena in arte Mimicat, nata a Coimbra il 25 ottobre 1985, arriva all’Eurovision dopo quasi dieci anni di carriera con due album alle spalle e nessun particolar successo discografico, ma una buona esperienza live in giro per il Mondo, in particolare nell’area di lingua portoghese.

Dotata di un timbro vocale molto riconoscibile, influenzata dalle grandi voci black, porterà tuttavia sul palco britannico un brano di impostazione teatrale, dalle atmosfere completamente lusitane, anche nella lingua oltrechè nelle sonorità.

Una vittoria, quella di Mimicat, costruita nel corso di queste settimane e partita con la vittoria della open call di RTP: la cantautrice infatti non era fra quelle selezionate dall’emittente ad invito ma nelle quattro che hanno staccato il pass grazie a questa seconda strada. Fra l’altro Mimicat si esibisce in portoghese soltanto dal 2019 e le sue prime produzioni (l’ultimo lavoro risale al 2017) sono interamente in inglese.

Battuti tutti i favoriti, Barbara Tinoco, Edmundo Inacio e sopratutto il leader delle classifiche nazionali Ivandro, la cui ballata raffinata in lingua portoghese non ha convinto nè il pubblico nè le giurie. Il dato curioso che la riguarda è che Mimicat in realtà era alla seconda partecipazione al Festival da canção: vi prese infatti parte nel 2001, quando aveva appena 15 anni: allora si faceva chiamare Izamena.

Con Mimicat si completa la lineup dell’Eurovision 2023. Mancano invece ancora quattro canzoni all’appello, quelle di Georgia, Grecia,  Armenia e Azerbaigian.

Testa a testa finale

A determinare il risultato finale, con peso pari al 50%, le sette giurie regionali (rispettivamente: Nord, Centro, Lisbona e valle del Tago, Oltretago, Algarve, Isole Azzorre e Isola di Madeira) e il televoto, che prevaleva in caso di parità.

Mimicat ha chiuso in testa il voto delle giurie insieme a Edmundo Inacio con un grande vantaggio su tutto il resto del gruppo, ma il meccanismo del Festival che trasforma poi in punti eurovisivi ciascun set di voti ha riaperto la sfida.  I primi della classe sono arrivati uno davanti all’altro. Grande sconfitto Ivandro, arrivato solo a centro classifica mentre giurie e pubblico non hanno gradito l’esordio in inglese di Barbara Tinoco, dal sound retro 2000.

Fra gli ospiti della finale oltre a Maro, ultima rappresentante lusitana, anche il campione di vendite  David Fonseca, la band dei Jesus Quisto, e Salvador Sobral, vincitore della rassegna nel 2017 con “Amar pelos dois”. Il primo si è esibito in un curioso medley su brani di artisti tutti originari di Liverpool o del Merseydside, nello specifico “Wonderful life”, la one hit wonder del compianto Black, “There she goes” dei The La’s, “Enola gay” degli Orchestral Manouvres in the dark ,”You spin me round (like a record)” dei mitici Dead or Alive e  “Relax” dei Frankie Goes to Hollywood

Il Portogallo all’Eurovision Song Contest

Il bilancio del Portogallo all’Eurovision è piuttosto modesto. Il palmares conta infatti una sola vittoria dal 1964, anno del debutto all’Eurovision con la celeberrima “Amar pelos dois” di Salvador Sobral nel 2017 a Kyiv.

 Il risultato rappresenta anche l’unico podio della storia lusitana. Dopo Sobral, il miglior risultato è di Lucia Moniz con l’iconica “O meu coração não tem cor”, sesta  nel 1996, straordinario inno al multiculturalismo che prende spunto dalle popolazioni lusofone nel Mondo.

Soltanto di recente, con la nuova formula che mette gli autori davanti agli interpreti, inaugurata proprio con la vittoria di Sobral, il Portogallo ha trovato la  giusta direzione, dopo un ventennio di partecipazioni con brani non sempre all’altezza, lontani dal mainstream e piazzamenti lontani dai vertici o addirittura fuori dalla finale.

Il Portogallo si esibirà nella prima metà della prima semifinale, martedì 9 Maggio alle ore 21 (diretta su Rai 2): in quella semifinale l’Italia avrà diritto di voto.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”.

Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e WhatsApp. Seguici su tutti i principali Social Media (qui l’elenco completo) e scopri come sostenerci e sostenere una informazione da sempre indipendente.

Eurofestival News sui social

Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

Commenta questa notizia...