Lo Junior Eurovision 2023 si terrà a Nizza

Junior Eurovision 2023

In mattinata è arrivata un’importante notizia per gli appassionati di Eurovision: Lo Junior Eurovision 2023 si terrà a Nizza, nella Francia Meridionale il prossimo 26 novembre!

Una notizia che giunge direttamente dal sito ufficiale dello Junior Eurovision e che fuga ogni dubbio degli ultimi giorni, in cui si pensava che France Télévision volesse optare nuovamente per Parigi, città ospitante dello Junior Eurovision 2021. L’evento sarà organizzato nel teatro polivalente noto come Palais Nikaïa, una struttura che può ospitare un massimo di 9000 persone in piedi e adiacente allo stadio Charles-Ehrmann, dove vi hanno tenuto concerti personalità del calibro di Depeche Mode e Lady Gaga.

Sia lo slogan che il logo saranno rivelati più tardi, come di consueto (d’altronde l’anno scorso entrambi furono rivelati a due mesi e mezzo dall’evento), ma le reazioni sono state positive da parte di tutto il comitato organizzativo a partire da Martin Osterdahl, Supervisore Esecutivo sia dell’Eurovision che del Junior Eurovision:

Siamo estasiati all’idea di ritornare in Francia per lo Junior Eurovision 2023 dopo soli due anni da Parigi. Il team di France Télévision ha una grande esperienza, ampie vedute e una gran voglia di creare un’atmosfera magica a Nizza questo novembre e non vediamo l’ora di collaborare nei mesi a venire per un altro spettacolo emozionante

Delphine Ernotte-Cunci, Presidente dell’emittente francese e colei che subito annunciò che lo Junior Eurovision 2023 sarebbe stato in Francia, ha affermato quanto segue:

France Télévisions è orgogliosa di dare il benvenuto a tutti i giovani artisti che verranno da tutta l’Europa per festeggiare insieme la musica che unisce tutti noi. Sono molto felice che questa seconda edizione dello Junior Eurovision organizzata dalla Francia si terrà a Nizza, una città ricca di storia e così culturalmente emblematica per il nostro Paese. Ancora una volta, lo Junior Eurovision cercherà di incantare giovanissimi e non più giovani sia che seguano l’evento dal vivo o sui canali di trasmissione EBU.

Alexandra Redde-Amiel, capodelegazione francese e direttrice del settore intrattenimento di France Télévisions, ha affermato:

Il nostro viaggio riparte nel 2023! Che onore avere la possibilità di organizzare e produrre uno dei più grandi show musicali d’Europa ancora una volta in Francia al fianco di EBU, le delegazioni e i piccoli partecipanti! Lo Junior Eurovision Song Contest dimostra di quanto potere culturale e musicale è dotata la generazione del domani. E siamo estremamente fortunati nell’essere stati accolti dalla Città di Nizza, dalla famosa Riviera Francese e dal Sindaco Christian Estrosi.

Christian Estrosi, eletto Sindaco di Nizza nel 2017, nonchè  presidente della Métropole Nice-Côte d’Azur, ed ha aggiunto in merito:

È un onore per la Città di Nizza ospitare un così rinomato evento europeo come lo Ju nior Eurovision, che unisce ogni anno una ventina di Paesi e oltre 33 milioni di spettatori. Nizza è uno scenario unico, Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO che sarà una location eccezionale per lo Junior Eurovision 2023 e i suoi partecipanti, ma non solo. Dare fiducia alla città di Nizza e al Palais Nikaia sarà la conferma del potere di città europea che possa essere in grado di organizzare eventi culturali a livello internazionale.

La situazione dello Junior Eurovision 2023

Per la prima volta dal 2020 lo Junior Eurovision si terrà nel mese di novembre, dopo che per due anni di fila la rassegna era caduta nel mese di dicembre, in particolar modo l’anno scorso fu individuato nell’11 dicembre la data che non collimasse con nessuna partita dei Mondiali di calcio in Qatar.

Per la seconda volta invece, come già riportato, la rassegna per bambini torna in Francia, in seguito alla vittoria a sorpresa del giovane Lissandro Formica che a Yerevan ha vinto la ventesima edizione dello Junior Eurovision con il brano “Oh, maman”, certificando anche la seconda vittoria di Barbara Pravi (seconda all’Eurovision 2021) come autrice all’interno del concorso.

Al momento sono dieci i Paesi che hanno confermato la propria partecipazione, ovvero Armenia, Francia, Germania, Georgia, Irlanda, Macedonia del Nord, Malta, Paesi Bassi, Regno Unito e Spagna.

L’Italia non ha ancora confermato la partecipazione all’evento, ma è verosimile che dopo che la capodelegazione italiana Mariangela Borneo si sia insidiata all’interno del Reference Group per lo Junior Eurovision un ritiro non sia nei piani della Rai, che lo scorso anno ha spostato l’evento da Rai Gulp a Rai Uno, certificando l’11,7% di share e confermandosi come la seconda nazione per audience, seconda solo alla Polonia in cui lo JESC è religione.

Allo Junior Eurovision 2022 l’Italia è arrivata undicesima con Chanel Dilecta e la sua “Bla bla bla”, a parimerito con la Polonia. Chi sarà il prossimo rappresentante italiano? Sarà scelto dal neonato format The Voice Kids nella sua versione italiana? O resterà tutto ancora nelle mani dell’Antoniano? Lo sapremo presto.

Commenta questa notizia...