Intervista ai Lord of The Lost: “Andiamo all’Eurovision per vincere, ma se non ce la faremo…”

Lord of The Lost- King Charles

Il nostro viaggio alla scoperta degli artisti che prenderanno parte all’Eurovision 2023 prosegue con i tedeschi Lord of The Lost, che ci hanno concesso questa intervista. Saranno in gara direttamente in finale il 13 Maggio (diretta Rai 1, commento Gabriele Corsi e Mara Maionchi), con il brano “Blood & glitter”. Il nostro interlocutore è il batterista Nick Kahl.

Come mai una band metal di lunga data ha deciso di prendere parte alla selezione tedesca per l’Eurovision?

Negli ultimi anni all’Eurovision non è andata molto bene per la Germania: speriamo di portare qualcosa di nuovo e fresco e colorarlo un po’. Vogliamo dimostrare che la Germania ha molto di più da dare rispetto ai semplici cantautore, allo German Schlager ed ai Rammstein

 La Germania ha avuto una lunga serie di pessimi risultati negli ultimi anni all’Eurovision. Sentite la responsabilità?

Ovviamente andiamo all’Eurovision Song Contest per vincerlo, ma qualora non ci riuscissimo…diciamo che la caduta sarà bassa…

Qualche settimana fa avete incontrato Re Carlo III ed avete cantato per lui. Quali sono state le vostre sensazioni?

E’ stata una bella esperienza. Re Carlo è stato molto gentile, ci siamo stretti la mano e abbiamo parlato dell’Eurovision e del nostro vestito di scena: è stato fantastico.

L’artwork del tuo ultimo album è Made in Italy. Che legami avete con l’Italia? Avete mai cantato o siete mai venuti in Italia?

Collaboriamo con i nostri cari amici italiani Chiara e Matteo di VDPitures già da molti anni per la grafica, le foto e soprattutto i video. Quindi non è stato troppo sorprendente che li abbiamo scelti per creare l’artwork di Blood & Glitter…

Il glam metal è un genere di enorme successo in Germania ed in tutto il Nord Europa, con gli album metal costantemente in testa alle charts. Come è nata questa passione in Germania? Nel resto d’Europa non c’è lo stesso appeal per questo genere: siete preoccupati in chiave Eurovision?

Sinceramente non lo so: stiamo solo facendo cosa ci piace, quando ci va. Per fortuna, sembra che piaccia anche a molte persone. Non siamo preoccupati per l’Eurovision.  Non ci aspettiamo troppo, perché meno aspettative significano meno possibili delusioni alla fine. Tuttavia, stiamo ricevendo un feedback molto positivo dalla “Eurovision bubble”, quindi siamo molto entusiasti per quello che potrà succedere.

Quali sono le tue entries preferite dell’Eurovision, per quanto concerne la Germania ed in assoluto?

Sicuramente per quanto concerne la Germania “Taking by a stranger” di Lena (nel 2011) e a livello assoluto “Waterloo” degli Abba (1974).

Sul vostro profilo facebook avete scelto di presentare le altre canzoni in gara all’Eurovision 2023. Come mai questa decisione?

Ci piace conoscere gli altri partecipanti in anticipo e presentarli ai nostri fan: è anche un modo per mostrare loro il nostro rispetto. Avevamo fatto la stessa cosa con gli altri artisti della selezione tedesca.

A questo proposito…quali sono le tue canzoni preferite di questa edizione?

Per quanto mi riguarda, mi piacciono molto i Voyager con la loro “Promise” per l’Australia e “Queen of kings” di Alessandra Mele per la Norvegia.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”.

Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e WhatsApp. Seguici su tutti i principali Social Media (qui l’elenco completo).

Eurofestival News sui social

Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

Commenta questa notizia...