Eurovision 2023: il resoconto della terza giornata di prove a Liverpool

Report live da Liverpool · Anche la terza giornata di prove presso la M&S Bank Arena di Liverpool in vista dell’Eurovision 2023 è andata in archivio e come per le scorse due giornate raccogliamo qui le prime impressioni delle esibizioni viste oggi.

Protagonisti oggi undici paesi: dall’Estonia, che ha cominciato alle 11:30, fino all’Australia, che ha concluso la giornata alle 19:40 passando dai pistoiesi Piqued Jacks, in gara per San Marino. L’estone Alika, in accordo con gli altri paesi coinvolti, ha scambiato il suo slot nelle prime prove con Belgio e Cipro, che hanno provato ieri ma che si esibiranno dopo di lei giovedì 11.

Si tratta di artisti tutti in gara nella seconda semifinale, che andrà in onda il prossimo 11 maggio su Rai2, con commento di Gabriele Corsi e Mara Maionchi.

Di seguito un resoconto di quanto è accaduto oggi, sulla base delle immagini rilasciate dai canali ufficiali della rassegna, vale a dire il sito eurovision.tv e, in particolare, il profilo TikTok dell’Eurovision 2023, a cui sono affidate brevi riprese inedite dall’arena. Come noto, nessun media accreditato ha da quest’anno accesso alla possibilità di visionare le prove individuali di ogni artista. L’accesso sarà garantito solo per le prove generali da lunedì 8 maggio.

Estonia: Alika – “Bridges”

Fasciata da un elegantissimo abito azzurro pastello con lungo strascico, apre la giornata l’estone Alika, vincitrice dell’Eesti Laul 2023. Potrebbe non trattarsi dell’abito di scena definitivo dato che, per sua stessa ammissione, il suo stilista arriverà a Liverpool solo domani.

C’è come nel concorso nazionale il pianoforte che Alika suona in parte dell’esibizione mentre nel resto dei 3 minuti in scena la ventenne di Narva si muove dolcemente sul palco della M&S Bank Arena, con qualche passo di danza libera. L’azzurro, predominante anche sui ledwall, lascia spazio ad un arancio intenso verso la fine del brano.

Nell’anno della rivoluzione regolamentare con il solo voto del pubblico nelle semifinali, un pacchetto minimale ed elegante quello dell’Estonia, vista l’assenza di altre ballatone nella serata di giovedì 11, non potrà rimanere a centro gruppo: o sarà qualificazione in carrozza o eliminazione cocente.

GUARDA ORA: La videoanteprima su TikTokTutte le foto su eurovision.tv

prove esc 2023 estonia alika

Credits: EBU – Sarah Louise Bennett

Islanda: Diljá – “Power”

Raramente un’artista incarna così bene il titolo della propria canzone: Diljá si dimostra un concentrato di potenza ed energia fin dal soundcheck nel retro palco.

Sul palcoscenico vero e proprio, continua il suo show che ricalca quello già visto durante la finale del Söngvakeppnin 2023. Diljá, vestita con un completo argentato con dettagli arancioni, parte distesa sul palco, illuminato da fasci di luce verde che disegnano alle sue spalle delle radici che diventano foglie e fiori con il passare della canzone.

Una performance che nella sua semplicità – non ci sono ballerini ma solo una pedana rotante – accelera sempre di più fino al gran finale. A proposito di finale… In una serata dove vige grande incertezza, Diljá con la sua verve ed empatia può riuscire a staccare il pass per sabato 13.

GUARDA ORA: La videoanteprima su TikTokTutte le foto su eurovision.tv

prove esc 2023 islanda dilja

Credits: EBU – Sarah Louise Bennett

Grecia: Victor Vernicos – “What they say”

Il giovanissimo portacolori ellenico, assieme alla delegazione greca, sceglie per Liverpool una strada diversa rispetto al concept ammirato nel videoclip ufficiale di “What they say”.

Dalla pioggia e dall’oscurità del video si passa a tonalità più calde, tra l’arancione e il beige, colore che contraddistingue l’outfit di Victor Vernicos. Sullo sfondo vengono proiettati tanti primi piani dello stesso Victor o figure intere che vanno a comporre una coreografia intervallata da parole che paiono avere a che fare con il testo della canzone.

Finale più intenso con fumo e luci calate dal tetto della M&S Bank Arena. Un’esibizione concreta e precisa, pare anche da un punto di vista vocale: quanto basta per sperare con convinzione nel passaggio del turno.

GUARDA ORA: La videoanteprima su TikTokTutte le foto su eurovision.tv

prove esc 2023 grecia victor vernicos

Credits: EBU – Sarah Louise Bennett

Polonia: Blanka – “Solo”

Criticatissima dopo la finale nazionale per una performance vocale ampiamente insufficiente, Blanka si presenta a Liverpool con tante novità rispetto a quella serata, e anche con una intonazione discretamente migliorata.

Via il rosa confetto e la scritta “Blanka” a caratteri cubitali sul palco, dentro un dance break che prende a piene mani da quello di Chanel lo scorso anno a Torino. L’abito, un velo viola-arancio che riprende le tonalità tropicali proiettate sul ledwall (su cui la delegazione dovrà lavorare per sincronizzare al meglio le immagini con la coreografia), viene tolto poco prima di questo intermezzo ballato lasciando spazio ad un body tempestato di paillettes.

Non mancano le fontane pirotecniche che vanno a chiudere uno show che esalta la grande sensualità di Blanka. Le premesse per provare a ribaltare i pronostici che la vogliono fuori dalla finale ci sono, ma manca la valutazione dell’intera prova vocale che sarà possibile solo con le prime prove generali.

GUARDA ORA: La videoanteprima su TikTokTutte le foto su eurovision.tv

prove esc 2023 polonia blanka

Credits: EBU – Corinne Cumming

Slovenia: Joker Out – “Carpe diem”

Gli sloveni Joker Out non calano l’asso dell’imprevedibilità ma, pur presentando una messa in scena in tutto e per tutto identica a quella dell’EMA – con abiti dallo stile anni ’70 e le luci rosse e viola – sono efficaci nel bucare lo schermo.

Una prova da vera band: Bojan Cvjetićanin, Jure Maček, Kris Guštin, Jan Peteh e Nace Jordan si amalgamano tra loro alla perfezione, giocano insieme sul palco e riescono a trasmettere quel divertimento che loro stessi provano all’interno della M&S Bank Arena.

In una serata, quella dell’11 maggio, dalle forti tinte rock con in gara oltre a loro anche i Piqued Jacks e i Voyager riescono a distinguersi: un’ottimo viatico per sperare nella qualificazione alla finalissima.

GUARDA ORA: La videoanteprima su TikTokTutte le foto su eurovision.tv

prove esc 2023 slovenia joker out

Credits: EBU – Corinne Cumming

Georgia: Iru – “Echo”

Iru Khechanovi, in arte Iru, ci porta dentro una tempesta. Fulmini, flash bianchi e blu, fumo e vortici proiettati sui ledwall – con un posizionamento particolare dei due grandi schermi alle spalle della cantante – che trascinano in un pezzo dai toni epici.

Mentre tutto intorno ad Iru è in fermento, lei invece rimane pressoché statica su una piattaforma circolare rotante fasciata con un abito a due pezzi bianco a cui viene abbinato un elaborato bracciale cuff argentato sul braccio destro.

Non stiamo parlando di una esibizione particolarmente innovativa o sconvolgente, ma di un lavoro sicuramente ben costruito e valorizzato da una buona prova vocale di Iru che dà alla Georgia il pieno diritto di reclamare un posto in finale dopo ben 7 anni di assenza.

GUARDA ORA: La videoanteprima su TikTokTutte le foto su eurovision.tv

prove esc 2023 georgia iru

Credits: EBU – Sarah Louise Bennett

San Marino: Piqued Jacks – “Like an animal”

Osservati speciali di questa giornata, almeno per il nostro paese, i Piqued Jacks hanno presentato una decisa evoluzione di quella che fu la performance a “Una voce per San Marino” lo scorso febbraio.

Andrea “E-King” Lazzeretti (voce), Francesco “Littleladle” Bini (basso), Tommaso “Holyhargot” Olivieri (batteria) e Marco “Majic-o” Sgaramella (chitarra) sfoggiano completi total black arricchiti da dettagli rossi, ognuno con uno stile differente. L’accoppiata cromatica viene ripetuta anche sui ledwall dove compaiono bocche dalle labbra rosso fuoco e mille occhi, oltre a forme geometriche durante le strofe.

Nel finale si apprezza un esplosione di colore e luci e la chiusura vedrà la telecamera allontanarsi piano piano da E-King in un volo sopra la band.

Per loro vale lo stesso discorso fatto per i Joker Out: le tre band rock di questa edizione sono state confinate tutte e tre nella stessa semifinale, esiste la possibilità di uno “scippo” di voti tra queste tre proposte in ottica qualificazione.

GUARDA ORA: La videoanteprima su TikTokTutte le foto su eurovision.tv

prove esc 2023 san marino piqued jacks

Credits: EBU – Corinne Cumming

Austria: Teya & Salena – “Who the hell is Edgar?”

Ipnotica, e come poteva essere altrimenti, la messa in scena di Teya & Salena con la loro “Who the hell is Edgar?”. L’effetto è reso dalla moltitudine di ballerine proiettate sul ledwall che vanno moltiplicandosi mano a mano, intervallandosi con alcune parole chiave della canzone, fino a formare il volto dello scrittore Edgar Allan Poe.

Teya e Salena, vestite come lo ying e lo yang, una di bianco e l’altra di nero, ma entrambe con dettagli rossi, portano in scena anche una coreografia tutto sommato semplice e quindi pronta per essere ricondivisa massivamente su tutti i social sia nella settimana della gara che dopo.

La qualificazione per il duo austriaco – alla luce anche di questa prima prova – non è in dubbio. La vera gara per loro inizierà venerdì con il Jury Show della finalissima, lì dovranno cercare di costruire la loro strada verso le posizioni di rilievo della classifica.

GUARDA ORA: La videoanteprima su TikTokTutte le foto su eurovision.tv

prove esc 2023 austria teya salena

Credits: EBU – Sarah Louise Bennett

Albania: Albina & Familja Kelmendi – “Duje”

L’Albania porta in gara all’Eurovision 2023 la canzone forse passata più sottotraccia di tutte le 37 proposte in questi mesi di avvicinamento all’evento. La resa scenica però è molto gradevole, soprattutto la commistione delle voci di Albina e dei membri della Familja Kelmendi.

Anche per loro look total black che viene esaltato dal rosso fiammante sui ledwall che lascia spazio talvolta ad aurore boreali, in altri istanti a rosse venature fino ad un’esplosione cosmica. Ci saranno anche le fiamme, quelle vere, sul palco.

Un’esibizione genuina e di pregevole fattura nel complesso ma non memorabile. Questo pone l’Albania in una posizione rischiosa nella corsa per la finale, considerata anche la scarna presenza di paesi del blocco balcanico in questa semifinale.

GUARDA ORA: La videoanteprima su TikTokTutte le foto su eurovision.tv

prove esc 2023 albania albina familja kelmendi

Credits: EBU – Corinne Cumming

Lituania: Monika Linkyte – “Stay”

Monika Linkyte, da buona ex-partecipante, prende ciò che di buono aveva l’esibizione del Pabandom iš naujo! 2023 e la adatta alle possibilità offerte dal palco della M&S Bank Arena di Liverpool.

C’è ancora il vestito arancione, rivisto nelle forme e negli spacchi, e l’atmosfera calda data dai giochi di luce e dal ledwall. Monika Linkyte parte inizialmente sola, circondata dai ledwall, per poi spostarsi verso il palchetto centrale insieme alle sue quattro coriste.

Nel frattempo sullo sfondo viene proiettato un sole che nasce e dei simboli che – non abbiamo ancora informazioni a riguardo – dovrebbero rimandare alla cultura arcaica lituana, la stessa dalla quale deriva il ritornello “Čiūto tūto” ripetuto nella canzone.

La qualificazione appare difficile, ma non ci sarebbe da stupirsi del contrario, si pensi allo scorso anno quando passarono in finale le islandesi Systur che evocavano simili atmosfere.

GUARDA ORA: La videoanteprima su TikTokTutte le foto su eurovision.tv

prove esc 2023 lituania monika linkyte

Credits: EBU – Corinne Cumming

Australia: Voyager – “Promise”

Tenendo fede al loro nome, i Voyager viaggiano all’Eurovision 2023 su una Toyota MR2 targata “Promise – Western Australia” per ricordare – qualora ce ne fosse bisogno – la loro provenienza sia geografica che temporale, dato che sia l’auto, i neon che le loro giacche rimandano ai ruggenti anni ’80.

Cromaticamente l’esibizione oscilla tra il rosso e il blu con una strada – quella percorsa dall’auto – all’orizzonte, che verso la fine scompare dietro un effetto glitch. Sul palco mattatori assoluti sono il frontman Danny Estrin, che inizia a cantare dentro l’auto, e la chitarrista Simone Dow, ma è tutta la band a risplendere di grande energia e contagioso entusiasmo.

Come chiusura della seconda semifinale la scelta è azzeccatissima vista la performance sul palco. Ultima nota sul “derby” rock per la qualificazione tra Australia, San Marino e Slovenia: tra posizione in scaletta e resa scenica i Voyager partono in vantaggio rispetto ai colleghi.

GUARDA ORA: La videoanteprima su TikTokTutte le foto su eurovision.tv

prove esc 2023 australia voyager

Credits: EBU – Corinne Cumming

Appuntamento a domani per il quarto giorno di prove sul palco dell’Eurovision 2023 di Liverpool, con le seconde prove per i paesi in gara nella prima semifinale. Ascolta tutte le canzoni in gara sulla nostra playlist Spotify dedicata.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”.

Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e WhatsApp. Seguici su tutti i principali Social Media (qui l’elenco completo).

Eurofestival News sui social

Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Commenta questa notizia...