Eurovision 2023: bocciato il nuovo annuncio dei finalisti

Eurovision 2023

L’EBU ha provato un nuovo sistema di annuncio dei finalisti nel corso della prima Dress Rehearsal, andata in scena oggi alla Liverpool Arena. Questo nuovo sistema, introdotto da quest’anno, prevedeva la presenza di tutti gli artisti sul palco invece che nelle rispettive Green Room.

L’introduzione di questo sistema ha generato molte critiche da parte dei fan e delle delegazioni, tanto che l’EBU di comune accordo con le delegazioni ha scelto di tornare indietro al vecchio sistema, in uso fino allo scorso anno, con gli artisti nelle rispettive Green Room insieme alle rispettive delegazioni.

Dopo aver provato un nuovo sistema di presentazione dei paesi qualificati in Dress Rehearsal 1 della prima semifinale dell’Eurovision Song Contest 2023, il team di produzione ha deciso di tornare alla precedente sequenza di rivelazione utilizzata negli ultimi anni con gli artisti che hanno appreso se passeranno alla Gran Final insieme alle loro delegazioni nella Green Room. Sebbene questo cambiamento non sarà ora implementato quest’anno, ci sono altre innovazioni nello spettacolo che gli spettatori non vedono l’ora di scoprire.

Bocciata dunque la criticatissima novità, provata in una Dress Rehearsal 1 che ha fatto storcere il naso a tutti gli accreditati e alle delegazioni per i numerosi problemi tecnici riscontrati.

Tra i motivi che più hanno spinto gli appassionati e gli insider a criticare questa sequenza di annuncio, oltre all’inevitabile paragone tra l’Eurovision Song Contest e il noto talent show X Factor (che da sempre adotta un annuncio simile), c’è anche un richiamo alla salute mentale. Secondo gran parte del pubblico, infatti, un annuncio con gli artisti sul palco invece che sui divanetti in Green Room, esporrebbe i semifinalisti a una situazione di stress non indifferente.

Il tema della salute mentale, tra l’altro, è particolarmente presente in questa edizione dell’Eurovision, tanto che per la prima volta in assoluto le prime due tornate di prove sono state a porte chiuse per la stampa proprio con la motivazione di mettere gli artisti a proprio agio.

Per i più curiosi, questa sera seguiremo con un liveblogging dedicato, la Dress Rehearsal 2, che fino allo scorso anno era la jury show, le prove dove i giurati esprimevano le proprie preferenze per la prima semifinale (quest’anno le semifinali vedono coinvolto il solo televoto e la giuria viene utilizzata solo come backup, in caso di problemi).


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”.

Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e WhatsApp. Seguici su tutti i principali Social Media (qui l’elenco completo) e scopri come sostenerci e sostenere una informazione da sempre indipendente.

Eurofestival News sui social

Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Commenta questa notizia...