Eurovision 2023: un altro disco d’oro per Loreen, Alessandra è di platino

Continuano le certificazioni per due fra i grandi protagonisti dell’Eurovision 2023  di Liverpool. Alessandra Mele e Loreen nello specifico, mettono in cascina nuovi riconoscimenti in giro per l’Europa dopo quelli già conquistati.

La svedese trionfatrice dell’Eurovision 2023 conquista un secondo disco d’oro con la sua “Tattoo”. Dopo quello per gli streaming conquistato in Grecia, ecco finalmente il primo sul fronte delle vendite: arriva dalla Polonia, per aver raggiunto la soglia delle 25.000 copie vendute.

Abbastanza sorprendente che non stiano arrivando riconoscimenti dalla sua Svezia, nazione che di solito consegna il disco d’oro o  di platino quasi istantaneamente ai suoi rappresentanti, soprattutto ai vincitori del concorso. Loreen fra l’altro ha già lasciato il primo posto in Patria, per cui la possibilità che riesca nell’impresa in tempi brevi è piuttosto difficile.

Chi invece si sta godendo il successo è Alessandra Mele, la cui “Queen of kings”, dopo il disco d’oro in Polonia, arriva a vincere quello di platino in quella Norvegia che è la terra della madre e per la quale ha gareggiato all’Eurovision, centrando il quinto posto. Il brano ha raggiunto le 60.000 copie.

I tanti remix usciti potrebbero dare una spinta ulteriore a questo brano in estate e vedremo se qualcosa prima o poi arriverà anche dall’Italia, dove il brano è da poco arrivato nelle radio. Fra l’altro l’artista ligure ha già annunciato di avere alcuni pezzi in italiano nel cassetto. Chissà che Amadeus non ci pensi per Sanremo…

Annata magra

Si conferma comunque un’annata piuttosto magra sin qui per le certificazioni. A parte le due citate e Marco Mengoni, l’unica altra artista sin qui ad aver raggiunto una certificazione è la polacca Blanka, che sta facendo il miglior risultato discografico del Paese all’Eurovision.

Degli altri artisti, gli unici che sembrano in grado di poter raggiungere una certificazione sono Käärjä, il cui hype per il brano “Cha Cha Cha” però sembra già finito e Noa Kirel, che in patria è apprezzatissima e continua a galleggiare nelle zone altissime della chart israeliana.

Anche Marco Mengoni, dopo il riconoscimento in Svizzera (disco d’oro, il suo primo all’estero) e quelli raggiunti in Italia prima dell’Eurovision, non sembra in grado di potersi migliorare.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”.

Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e WhatsApp. Seguici su tutti i principali Social Media (qui l’elenco completo).

Eurofestival News sui social

Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

Commenta questa notizia...