Il Melodifestivalen si rifà il look: abolita la serata di ripescaggio e due canzoni in più in gara

loreen melodifestivalen

L’edizione più attesa del Melodifestivalen più attesa degli ultimi anni – in quanto selezionerà l’artista padrone di casa all’Eurovision 2024 – sarà caratterizzata da due importanti novità regolamentari.

Il broadcast svedese SVT ha annunciato i principali cambiamenti del format del concorso canoro che seleziona da 64 anni il rappresentante della Svezia all’Eurovision Song Contest: viene abolita la serata di ripescaggio, trasformata in una quinta semifinale e il numero delle canzoni in gara sale da 28 a 30.

Procedendo in ordine, viene eliminata la serata conosciuta in passato come “Andra Chansen” nella quale gli artisti classificatisi al terzo e quarto posto nelle 4 semifinali si contendevano gli ultimi quattro pass per la finalissima, in diverse formule: dai duelli uno contro uno alla manche unica sperimentata lo scorso anno.

La quinta serata del Melodifestivalen diventa quindi una semifinale vera e propria come le altre prime 4 serate, ma rimane la possibilità per il pubblico di ripescare due canzoni. Infatti, al termine della quinta serata verranno riproposte delle clip degli artisti classificati al 3° e 4° posto nelle cinque serate – gli artisti non torneranno ad esibirsi sul palco – e verrà aperto una sessione di voto il cui risultato – combinato con quello della propria serata – individuerà gli ultimi 2 finalisti.

La decisione arriva, come spiegato nitidamente dal Project Manager del Melodifestivalen Anders Wistbacka, a seguito dell’analisi dei dati di ascolto:

Non è un mistero che abbiamo perso spettatori nelle semifinali. Così speriamo di mantenere alto l’interesse lungo tutto il programma.

Con l’aggiunta di una quinta semifinale inoltre cambia il numero di canzoni in gara, e questa è la seconda grande novità. Non ascolteremo più 7 canzoni per serata bensì 6. Si passerà così da 28 artisti in gara (7 per 4 serate) a 30 (6 per 5 serate). Con questo cambio aumentano anche gli artisti che accedono al nuovo ripescaggio che da 8 passano a 10.

Rimane invariato il sistema di votazione nelle semifinali – che decreteranno quindi 2 finalisti diretti, 2 che accederanno alla “sessione di ripescaggio” dopo la quinta semifinale e i 2 eliminati – e quello della finale con la divisione 50% televoto e 50% giurie internazionali.

Poste le basi per la nuova edizione con queste novità regolamentari, non rimane che scoprire nei prossimi mesi chi saranno i conduttori, le location e, soprattutto, i partecipanti al Melodifestivalen 2024. I nomi di questi ultimi usciranno dalle valutazioni della commissione che esaminerà le proposte che verranno presentate tra il 25 agosto e il 15 settembre.

Il nuovo cambio nel regolamento riporta alla mente l’exploit di Robin Stjernberg, finora primo e unico vincitore del Melodifestivalen proveniente dal ripescaggio, allora “Andra Chansen”, proprio nell’anno di un’edizione dell’Eurovision ospitata in casa, la penultima prima del prossimo 2024, e nell’annata immediatamente successiva al trionfo di Loreen. Era il 2013, riuscirà l’impresa a qualche altro artista con il nuovo sistema?


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”.

Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e WhatsApp. Seguici su tutti i principali Social Media (qui l’elenco completo).

Eurofestival News sui social

Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Commenta questa notizia...