Eurovision Young Musicians: l’edizione 2024 si svolgerà a Bodø

Daniel Matejca - Eurovision Young Musicians 2022
Daniel Matejca - Eurovision Young Musicians 2022

Giunge alla sua ventunesima edizione l’Eurovision Young Musicians, evento biennale ormai storico della famiglia Eurovision: la sua prima edizione, infatti, risale al 1982 ed esclusivamente nel 2020 una sua edizione, a causa del COVID-19, fu cancellata. È notizia di queste ore che la prossima edizione si terrà alla sala concerti Stormen Konserthuset sabato 17 agosto 2024 a Bodø, in Norvegia.

La stessa città norvegese è stata designata dall’Unione Europea tra le capitali europee della cultura per il 2024: si tratta di un riconoscimento che permette alle città detentrici del titolo di mettere in mostra la propria vitalità culturale e l’EYM è di certo una buona occasione di visibilità internazionale. Per ora solo Norvegia e Slovenia hanno confermato la presenza per il 2024: l’Italia ha partecipato all’evento solo nel 1986.

L’edizione sarà organizzata dalla NRK, la televisione pubblica norvegese, già protagonista dell’Eurovision Young Musicians del 2000 a Bergen. A differenza del suo fratello maggiore, l’Eurovision Song Contest, noto al grande pubblico, il paese vincitore della gara non è costretto ad ospitare l’evento due anni dopo.

L’Eurovision Young Musicians

L’edizione 2020, infatti, non è stata vinta dalla Norvegia, bensì dalla  Repubblica Ceca con il violinista Daniel Matejča che ha battuto la concorrenza di altri otto artisti a Montpellier, in Francia. Il format prevede che la nazione venga rappresentata da un giovane musicista tra i 12 e i 21 anni d’età che esegue un brano di musica classica a sua scelta accompagnato dall’orchestra locale dell’emittente ospitante. Le performance vengono valutate da una giuria composta da esperti internazionali.

Oltre alla prima edizione svoltasi a Manchester, l’Eurovision Young Musicisians è stato ospitato sei volte a Vienna (l’Austria è lo Stato che ha vinto più volte la gara), due volte a Colonia e in Svizzera (Ginevra, Lucerna) e una volta ciascuna a Copenaghen, Amsterdam, Bruxelles , Varsavia, Lisbona, Bergen e Berlino.

Il nostro augurio per il 2024 è che il numero dei Paesi partecipanti torni ad essere elevato come nel 2018 quando presero parte 18 nazioni e che possa essere davvero l’anno del ritorno dell’Italia, vista anche la grande tradizione di musicisti classici del nostro Paese.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”.

Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e WhatsApp. Seguici su tutti i principali Social Media (qui l’elenco completo).

Eurofestival News sui social

Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Commenta questa notizia...