Oggi su Rai 1 lo Junior Eurovision 2023: tifiamo (e votiamo) per Melissa e Ranya

Melissa e Ranya

Il tempo dello Junior Eurovision Song Contest 2023 è arrivato. Alle 16.15 al Palais Nikaïa di Nizza si alza il sipario sulla ventunesima edizione del concorso eurovisivo per bambini e ragazzi dai 9 ai 14 anni. In Italia potremo seguirlo su Rai 1, dove la diretta (dagli studi di Torino) è stata spostata per permettere la contemporanea messa in onda su Rai della finale della Coppa Davis.

Inizio alle 15.50 con quindi una breve anteprima in studio condotta da Mario Acampa che poi commenterà la rassegna per i telespettatori italiani. Chi preferisse la versione internazionale, può invece sintonizzarsi sul canale YouTube ufficiale del concorso.

Votazioni ancora aperte, Amir ospite

Sarà ancora possibile votare, fino alle ore 16, per tre dei 16 brani in concorso, compreso “Un mondo giusto” di Melissa Agliottone e Ranya Moufidi, in gara per l’Italia. Le istruzioni per votare sono a questo link.

Una nuova sessione da 15 minuti sarà aperta poi a conclusione delle esibizioni in diretta. Il voto online, che allo Junior Eurovision sostituisce il televoto, vale per metà. L’altra metà è come sempre caratterizzata dalle giurie nazionali (tre adulti e due bambini per ciascun Paese), che hanno votato ieri pomeriggio, dopo la messa in onda a circuito chiuso della Jury Final.

Mentre il voting sarà aperto, si esibirà Amir, il cantautore franco-israelo-marocchino sesto classificato all’Eurovision 2016 con il brano “J’ai cherchè” .

La prima volta dei Big 5 tutti insieme

Col ritorno della Germania, per la prima volta sono in concorso tutti e cinque i grandi Paesi che all’Eurovision senior sono identificati Big 5 e quindi, appunto oltre ai tedeschi, Francia, Italia, Regno Unito e Spagna.

Almeno tre di questi corrono per vincere. Si preannuncia suggestiva per il pubblico l’esibizione nella lingua dei segni di Fia, in corsa per la Germania: “Ohne Worte” ha una bella storia dietro perché è il racconto della convivenza con la sorella minore sordomuta (“senza parole”, come dice il titolo).

Ma i padroni di casa con “Coeur” di Zoè Clauzure colpiscono per la bravura dell’artista e la semplicità dell’artista.  Un gradino dietro il Regno Unito, con la radiofonicissima “Back to life” delle Stand Uniqu3 e “Loviu” di Sandra Valero: per le prime molto dipenderà dalla ricezione che avranno le giurie di un brano forse più “adulto” della media. La seconda aprirà lo show e dunque è molto lontana dal momento in cui si vota.

Molto quotate anche le armene Yan Girls, che stanno andando fortissimo su TikTok, mentre per il motivo opposto a quello del Regno Unito, ma anche dell’Armenia, sarà interessante capire l’effetto che farà sulle giurie il pezzo più junior del concorso, eseguito dalla cantante solista più piccola, ovvero “Kvitka” di Anastasia Dymyd per l’Ucraina.

L’Italia: sosteniamo Melissa e Ranya

Melissa Agliottone e Ranya Moufidi, rispettivamente vincitrice e finalista della prima edizione di The Voice Kids ci rappresenteranno e canteranno per terzultime nell’ordine di uscita.

Una posizione più che buona per un brano non facile e non immediato, che esalta le belle voci e l’intonazione delle nostre piccole rappresentanti ma che poteva avere qualche problema in più se fosse stato distante dal momento delle votazioni.

Puntiamo a fare bene ed a migliorare uno score che vede l’Italia con una sola vittoria (nel 2014 con Vincenzo Cantiello, all’esordio) e un terzo posto (Fiamma Boccia, 2016). Le potenzialità per tornare in Top 10 ci sono.

L’ordine di uscita

Come detto sono 16 i Paesi in concorso, col debutto dell’Estonia, primo Paese baltico in gara dal 2011. Ecco l’ordine d’uscita.

  1. Spagna – Sandra Valero – Loviu
  2. Malta – Yulan – Stronger
  3. Ucraina – Anastasia Dymyd – Kvitka
  4. Irlanda – Jessica McKean – Aisling
  5. Regno Unito – STAND UNIQU3 – Back To Life
  6. Macedonia del Nord – Tamara Grujeska – Kazi Mi, Kazi Mi Koj
  7. Estonia – ARHANNA – Hoiame Kokku
  8. Armenia – Yan Girls – Do It My Way
  9. Polonia – Maja Krzyzewska – I Just Need A Friend
  10. Georgia – Anastasia & Ranina – Over The Sky
  11. Portogallo – Julia Machado – Where I Belong
  12. Francia – Zoé Clauzure – Coeur
  13. Albania – Viola Gjyzeli – Bota ime
  14.   Italia – Melissa e Ranya – Un Mondo Giusto
  15. Germania – Fia – Ohne Worte
  16. Paesi Bassi – Sep & Jasmijn – Holding On To You

Tutte le informazioni sulla nostra guida ufficiale, che potete scaricare gratis qui.  Eurofestival News, come sempre, vi racconterà tutto, in diretta da Nizza.

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

Commenta questa notizia...