Eurovision 2024: tutti i brani in corsa per rappresentare l’Estonia

Eurovision 2024, Estonia

Rilasciate tutte le canzoni in gara all’Eesti Laul, il tradizionale concorso estone, che determinerà il rappresentante delle repubblica baltica all’Eurovision 2024, di scena a Malmö (7-11 maggio), a cui prenderanno parte 37 paesi che potranno diventare 38 nel caso in cui la Romania si aggiungesse.

Le canzoni sono già disponibili al seguente link, ma sarà durante lo show condotto da Grete Kuld and Tõnis Niinemets su ETV, stasera dalle 19.00, che verranno presentati per la prima volta al pubblico sia i brani degli artisti già qualificati per la finale dell’Eesti Laul sia i brani degli artisti che dovranno superare l’ostacolo della sola e unica semifinale. 

Dall’edizione 2024, infatti, un nuovo format è stato adottato per impostare la kermesse musicale estone: 15 artisti si sfideranno in unica semifinale a Tartu il 20 gennaio. Cinque di essi si qualificheranno per la finale di Tallinn del 17 febbraio e si uniranno ad altri cinque artisti automaticamente qualificati. Il vecchio format prevedeva invece due semifinali e una finale senza alcun artista di diritto qualificato.

I semifinalisti

  • OLLIE – “My Friend”
  • Sofia Rubina – “Be Good”
  • Ewert and the Two Dragons – “Hold Me Now”
  • Multikas, Ewert Sundja – “Oblivion”
  • Anet Vaikmaa – “Serotoniin” (Serotonina)
  • 5MIINUST x Puuluup – “(nendest) narkootikumidest ei tea me (küll) midagi” (Noi non sappiamo nulla di questi farmaci)
  • YONNA – “I Don’t Know About You”
  • Silver Jusilo – “Lately”
  • INGA – “No Dog On a Leash”
  • Peter Põder – “Korra veel” (Un’altra volta)
  • Antsud – “Vetevaim” (Spirito dell’acqua)
  • Cecilia – “FOMO”
  • Traffic – “Wunderbar” (Meraviglioso)
  • Ingmar – “Dreaming”
  • Laura – “Here’s Where I Draw the Line”

I finalisti di diritto

  • Brother Apollo  – “Bad Boy”
  • Daniel Levi – “Over the Moon”
  • Nele-Liis Vaiksoo – “Käte ümber jää” (Ghiaccio fra le mani)
  • Carlos Ukareda – “Never Growing Up”
  • Uudo Sepp, Sarah Murray – “Still Love”

Diversi sono i nomi noti in questa edizione dell’Eesti Laul: fra questi OLLIE, che lo scorso anno si classificò secondo al concorso gareggiando con il brano “Venom” e riuscendo a riscuotere comunque un ottimo consenso fra gli eurofan. Daniel Levi, già qualificato per la finale, arrivò invece secondo nell’edizione del 2015.

Laura Poldvere, in arte semplicemente Laura, ha già rappresentato l’Estonia due volte nella storia dell’Eurovision Song Contest: nel 2005 con le Suntribe e nel 2017 in coppia con Koit Toome e un pezzo omaggio alla città di Verona e alla storia di Romeo e Giulietta. In entrambe le occasioni, però, l’artista estone non è riuscita a centrare la finale.

L’Estonia verso l’Eurovision 2024

L’Estonia ha debuttato all’Eurovision Song Contest nel 1993 e dall’introduzione delle semifinali nel 2004 è riuscita a qualificarsi per la finale 9 volte su 19. Ha trionfato nell’edizione del 2001 organizzando poi a Tallinn nel 2002 l’edizione successiva dell’Eurovision. Nel 2018 l’Estonia è stata rappresentata da Elina Nechayeva con un brano interamente in lingua italiana mentre quest’anno un’inaspettata Alika ha conquistato un ottimo ottavo posto, frutto di un quinto posto per le giurie internazionali e di un diciannovesimo posto al televoto.

Commenta questa notizia...