Eurovision 2024: svelati i 10 artisti del Söngvakeppnin islandese, ma la partecipazione a Malmö è forse in bilico

islanda songvakeppnin 2024 eurovision

L’Islanda ha rivelato poche ore fa gli artisti, con i rispettivi brani, che parteciperanno al prossimo Söngvakeppnin 2024. Il vincitore avrà la possibilità di rappresentare l’isola scandinava all’Eurovision Song Contest in programma a Malmö (Svezia) dal 7 all’11 maggio 2024.

In merito alla partecipazione dell’Islanda all’Eurovision Song Contest il prossimo maggio va segnalato come nel paese sia molto accesa la discussione sulla possibilità di escludere Israele, alla luce dell’azione militare israeliana nella striscia di Gaza, dalla competizione. A sollevare la questione è la presenza, tra i 10 artisti in gara al Söngvakeppnin, del palestinese Bashar Murad.

Proprio per questo, ad oggi, il Söngvakeppnin formalmente non è più la selezione islandese per l’Eurovision. Solo al termine del concorso verrà presa una decisione – insieme al vincitore della gara canora – sulla effettiva partenza o meno alla volta dell’Eurovision 2024 di Malmö.

Dei 10 brani in gara, solo 2 sono stati presentati unicamente nella loro versione in islandese. Gli altri 8 artisti avranno quindi la facoltà, qualora finalisti, di decidere di giocarsi il biglietto per l’Eurovision Song Contest con la versione in inglese della loro canzone.

Söngvakeppnin 2024: prima semifinale

La prima semifinale sarà quella dei debuttanti: da Hafsteinn Þráinsson, vero nome di CeaseTone, uno dei più produttivi artisti indie islandesi con 2 album all’attivo, a due rappresentanti del genere elettronico come Blankiflúr, artista di Reykjavík, e Sunny (nome d’arte di Sunna Kristinsdóttir), entrata nel mercato musicale da meno di un anno con il singolo “Láttu þig dreyma”.

Da tenere d’occhio ANITA, che porta in gara un brano scritto da Ásdís María Viðarsdóttir, meglio nota come ÁSDÍS, artista islandese di stanza in Germania da milioni di ascolti su Spotify, e un duetto – “Feel the love” – con il rappresentante islandese all’Eurovision 2021 Daði Freyr.

Chiudono il lotto dei primi cinque semifinalisti i VÆB, duo composto dai poco più che maggiorenni fratelli Matthías Davíð Matthíasson e Hálfdán Helgi Matthíasson, molto seguiti sui social e che comparvero per la prima volta sulle cronache islandesi durante la pandemia di Covid-19 nel 2020 per trasmettere in diretta streaming i funerali dalle chiese della capitale Reykjavík.

Söngvakeppnin 2024: seconda semifinale

Come anticipato in apertura, il nome più rilevante è quello del palestinese Bashar Murad: proveniente della parte orientale di Gerusalemme, in passato ha collaborato con gli Hatari, che rappresentarono l’Islanda all’Eurovision Song Contest 2019 con “Hatrið mun sigra” proprio in Israele, a Tel Aviv, dove finirono nell’occhio del ciclone per aver sventolato una bandiera palestinese in green room.

Il batterista degli Hatari, Einar Hrafn Stefánsson, e l’ex-frontman della band, Matthías Tryggvi Haraldsson, sono tra l’altro co-autori del brano che Bashar Murad porterà in gara.

Ci riprovano, dopo la finale raggiunta lo scorso anno con “Dancing lonely”, Sigga Ózk – all’anagrafe Sigríður Ósk Hrafnkelsdóttir – e Heiðrún Anna, eliminata in semifinale nel 2019 con “Helgi”. A proposito di ritorni, in gara ci sarà anche Hera Björk, rappresentante islandese all’Eurovision Song Contest 2010 con “Je ne sais quoi“.

Chiude il quintetto dei secondi semifinalisti la debuttante MAIAA (nome d’arte di María Agnesardóttir), uno dei volti nuovi del pop islandese, originaria di Mosfellsbær.

Il Söngvakeppnin 2024 partirà sabato 17 febbraio con la prima semifinale. Il sabato successivo, 24 febbraio, sarà la volta della seconda semifinale, mentre la finalissima si svolgerà sabato 2 marzo. Nelle due serate eliminatorie si esibiranno 5 artisti, durante ognuna delle quali il televoto decreterà i 2 finalisti; al termine della seconda semifinale uno dei 6 artisti non qualificati riceverà la wild-card per la finale dall’emittente televisiva.

La finale si svilupperà su due round di votazioni: un primo con televoto (50%) e giuria internazionale (50%) che decreterà i primi 2 posti, che si scontreranno poi nuovamente al televoto per decretare il (possibile) rappresentante islandese all’Eurovision Song Contest 2024.

Commenta questa notizia...