Melodifestivalen 2024, terza semifinale: Jacqline e Cazzi Opeia in finale

Ha fatto tappa a Växjö, questa settimana, la celebre tournée del Melodifestivalen, che seleziona annualmente il rappresentante svedese per l’Eurovision Song Contest. Una rassegna seguitissima non solo in Svezia, ma anche dal pubblico internazionale, per la sua capacità di segnare tendenze e innovare anno dopo anno.

Ad ospitare stasera la rassegna, come anticipato, è stata la Vida Arena di Växjö, cittadina del sud della Svezia, situata nella contea di Kronoberg, che ha dato i natali alla band The Ark, nota non solo per il successo mondiale “It Takes a Fool to Remain Sane”, ma anche per la partecipazione all’Eurovision 2007 con “The Worrying Kind”.

Il gruppo è stato anche omaggiato a inizio serata dalla conduttrice Carina Berg, accompagnata da Christine Meltzer (presentatrice, attrice, ex conduttrice del Melodifestivalen 2010) e Carolina Gynning (modella, attrice, e volto della TV svedese).

Vida Arena che ha incubato anche due recenti vincitori del Melodifestivalen: nel 2012 Loreen presentò “Euphoria”, poi trionfatrice dell’Eurovision, e nel 2017 Robin Bengtsson cantò “I Can’t Go On”, poi quinto in Europa lo stesso anno. Da allora, Växjö non aveva più ospitato la rassegna. Un buon auspicio per gli artisti di stasera?

melodifestivalen 2024 jacqline cazzi opeia

Foto: Stina Stjernkvist | SVT

Da pochi minuti si è conclusa la terza semifinale, che ha visto trionfare ed accedere direttamente in finale, dopo il primo turno di voto, la debuttante Jacqline, in gara con un pezzo pop che strizza l’occhiolino alle star internazionali più blasonate come Dua Lipa. Una performance studiata in ogni dettaglio – ma non per questo eccessivamente costruita – in cui Jacqline offre una ottima prestazione vocale interagendo con le quattro ballerine e le telecamere.

A seguire Jacqline direttamente in finale è Cazzi Opeia, l’amata artista già in gara nel 2022 e tra le autrici del trionfo di Loreen con “Tattoo” lo scorso anno. Il suo stile zuccheroso e scanzonato ha colpito ancora, proponendo una “I Can’t Get Enough” 2.0, dove si alternano ballerini a pois, fondali marini, glitter e cuori concentrici color pastello.

Accedono al round di ripescaggio del 1 Marzo prossimo, che si accoda al termine della quinta semifinale della rassegna, la proposta dell’esordiente Klaudy, in gara con l’intensa canzone d’amore “För dig“, insieme alla diva di Hollywood Gunilla Persson, la mina vagante dell’edizione che, nonostante la performance al limite tra il kitsch e l’imbarazzante, ha raccolto i consensi in quota “joke entry”.

Come già anticipato nel nostro commento live delle prove generali di ieri sera, nel corso della puntata è stato attribuito un premio all’autore Edward af Sillén, che accede alla Hall of Fame del Melodifestivalen grazie al suo contributo artistico alla rassegna stessa e all’Eurovision.

La sua mente ha inventato personaggi iconici come Lynda Woodruff, diretto esibizioni memorabili come “Love Love Peace Peace” all’Eurovision 2016 e l’inno alle schlagerdivarna “Här står jag” di Charlotte Perrelli, e redatto i copioni dell’Eurovision 2010 e 2016, contribuendo al successo di Petra Mede. Un lavoro che continuerà anche nel 2024 con la scrittura dell’Eurovision di Malmö.

Ecco il risultato completo della serata:

  1. Effortless – Jacqline (direttamente in finale al primo round di votazione)
  2. Give My Heart A Break – Cazzi Opeia – 92 punti (direttamente in finale nel secondo round di votazione)
  3. För dig – Klaudy – 59 punti (al ripescaggio)
  4. I Won’t Shake (La La Gunilla) – Gunilla Persson – 56 punti (al ripescaggio)
  5. Aldrig mer – Clara Klingenström – 52 punti
  6. Take My Breath Away – Kim Cesarion – 45 punti

Melodifestivalen 2024

Come ormai consuetudine dal 2002, il Melodifestivalen torna a celebrare la tradizionale tournée che toccherà ben cinque città (Malmö, Göteborg, Växjö, Eskilstuna e Karlstad) prima di giungere nella capitale l’11 marzo per la finalissima.

Karin Gunnarsson è confermata per il terzo anno come produttrice esecutiva, nuovamente affiancata dal capoprogetto Anders Wistbacka. La conduzione è affidata alla popolare comica e conduttrice televisiva Carina Berg, assistita da Tina Mehrafzoon (conduttrice e giornalista musicale per la radio P3) e Ronny Larsson (caporedattore del popolare magazine LGBT+ QX) che fungono da “esperti” del Melodifestivalen e forniscono commenti e statistiche tra una canzone e l’altra.

La popolare iniziativa benefica Radiohjälpen devolverà tutti gli introiti del televoto di quest’anno alla raccolta fondi Världens barn, che si impegna a rafforzare il diritto dei bambini alla salute, alla scuola e alla sicurezza in tutto il mondo.

Il prossimo appuntamento è fissato per la quarta semifinale del Melodifestivalen 2024, che andrà in onda su SVT1 sabato 24 febbraio. Tra i concorrenti in gara ci saranno due big della rassegna e dell’intero panorama musicale svedese: si tratta di Dotter (secondo posto con “Bulletproof” nel 2020, quarto posto con “Little tot” nel 2021) e Danny Saucedo (secondo posto con “In The Club” nel 2011 e con “Amazing” nel 2012, ed entrato nella Hall of Fame della rassegna lo scorso anno).

Ricordiamo che il Melodifestivalen è trasmesso in diretta streaming (disponibile anche per l’Italia) su svtplay.se. Trovate tutti gli aggiornamenti sull’edizione attuale qui.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”.

Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e WhatsApp. Seguici su tutti i principali Social Media (qui l’elenco completo).

Eurofestival News sui social

Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Commenta questa notizia...