Eurovision 2024: Electric Fields per l’Australia con “One milkali (One blood)”

Eurovision 2024 Electric Fields Australia

Sono stati lunghissimi mesi di totale silenzio nella Terra dei canguri, ma finalmente il grande annuncio è arrivato: saranno gli Electric Fields a rappresentare l’Australia all‘Eurovision 2024 in Svezia con il brano “One milkali (One blood)”.

I rumors sono iniziati ieri, quando sulla pagina Facebook SBS Eurovision è stato pubblicato uno spezzone del brano, sono immediatamente partite le speculazioni sul gruppo australiano, speculazioni corroborate dalla pagina Instagram di SBS che ha iniziato a seguirli com’è accaduto per tutti i precedenti rappresentanti down under all’Eurovision Song Contest.

La pubblicazione del brano è stata anticipata di circa un’ora tramite la pubblicazione sulla piattaforma Spotify. Si tratta di un brano completamente nelle loro corde, che presenterà per la prima volta al pubblico eurovisivo la lingua Yankunytjatjara, degli aborigeni australiani. Il gruppo è composto dai due membri Zaachariaha Fielding e Michael Ross ed è operativo dal 2015, proponendo nel panorama musicale australiano una commistione di elettropop e tradizione aborigena, arrivando ad essere definiti come i “Daft Punk che incontrano Nina Simone nella Deep Forest” (gruppo francese di musica etno-elettronica).

Gli appassionati di Eurovision si ricorderanno di loro per la partecipazione nella primissima edizione di “Eurovision: Australia Decides”, ovvero la selezione che avrebbe scelto il rappresentante australiano per l’Eurovision 2019, con il brano “2000 and whatever”. In tale occasione il gruppo chiuse al secondo posto dietro Kate Miller-Heidke (poi nona a Tel Aviv). Continuano la loro carriera collaborando anche con delle eurostar come i Keiino nel 2020 con il brano “Would I lie” registrato e realizzato a distanza mentre in tutto il mondo dilagava la Pandemia da Covid-19.

Nel 2021 hanno preso parte al Mardi Gras di Sydney, uno dei primissimi eventi tenuti all’aperto con un pubblico (sebbene a capienza ridotta), e nella stessa occasione Montaigne presentò il brano per l’Eurovision 2021 “Technicolour”. Nel 2023 collaborano con Disney Plus per la realizzazione della colonna sonora di Faraway Downs, la serie televisiva ispirata al film del 2008 Australia con Nicole Kidman: Faraway Downs è per l’appunto il nome della Cattle Station che all’inizio del film la protagonista Sarah Ashley è intenzionata a vendere. Nello stesso anno prendono parte al World Pride di Sydney realizzando l’inno ufficiale intitolato “We the people”.

L’Australia verso l’Eurovision 2024

Tra i Paesi partecipanti, l’Australia è tra coloro che detengono i migliori risultati nonostante partecipi da meno di dieci anni. Il miglior risultato ad oggi resta il secondo posto di Dami Im nel 2016 a pochissimi punti dalla vincitrice Jamala, ma negli anni sono giunti anche diversi risultati in top 10 e solo un mancato passaggio in finale nel 2021.

Curiosamente, Montaigne può definirsi la prima rappresentante ad aver concorso all’Eurovision 2021 completamente da remoto, poiché le restrizioni per il contenimento della pandemia di Covid-19 erano particolarmente stringenti in Australia (arrivando a dover modificare radicalmente grandi eventi come l’Australian Open ed il sopracitato Mardi Gras) e dunque il Governo australiano impedì alla delegazione di raggiungere Rotterdam.

All’Eurovision 2023 come già detto il Paese down under è stato rappresentato dalla rock band Voyager con il brano “Promise”, con il quale hanno scalato la classifica fino a ritornare in top 10 a distanza di quattro anni dall’ultima volta, riconfermando il nono posto del 2019. L’autunno 2023 è stato particolarmente movimentato per il Paese oceanico, dal momento che quella dei Voyager  segnava l’ultima partecipazione siglata da SBS con EBU, e a causa di ascolti che via via sono diminuiti c’erano dei timori in merito ad un possibile ritiro dell’Australia dal concorso canoro.

Ricordiamo infatti che SBS è regolarmente invitata dall’Unione Europea di Radiodiffusione in quanto membro associato di questa (com’è avvenuto per il Kazakistan allo Junior Eurovision), dal momento che l’emittente si occupa principalmente di fornire un servizio di informazione dedicato agli abitanti australiani di origine europea (che compone una larga parte della popolazione).

Per l’Eurovision 2024 sappiamo che gli Electric Fields si esibiranno nella seconda metà della prima semifinale il 7 maggio, in cui l’Italia non potrà votare ma trasmetterà regolarmente l’evento su Rai Due con il commento di Gabriele Corsi e Mara Maionchi.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”.

Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e WhatsApp. Seguici su tutti i principali Social Media (qui l’elenco completo).

Eurofestival News sui social

Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Commenta questa notizia...