Eurovision 2024: la conferenza stampa Rai. Corsi: “Non condividete i leak”

eurovision 2024 rai spot

È andata in scena questa mattina la conferenza stampa di presentazione dell’Eurovision Song Contest 2024 per la Rai. A presentare l’evento non sportivo più seguito al mondo, sono stati la presidente Marinella Soldi, il direttore Intrattenimento Prime Time Marcello Ciannamea e il vicedirettore Claudio Fasulo, che insieme a Simona Martorelli (direttrice Relazioni Internazionali, presente anche lei) è membro del Reference Group EBU, Angelina Mango (in collegamento) e i due commentatori Gabriele Corsi e Mara Maionchi.

La prima notizia, non emersa in conferenza stampa ma dal comunicato diramato in apertura, è il nome di Mario Acampa come spokesperson: sarà lui infatti ad annunciare i voti della giuria italiana, come vi abbiamo già spiegato qui.

Ad aprire la conferenza è stata la presidente Rai Marinella Soldi, ormai vicina alla fine del suo mandato, che ha ribadito come sempre l’importanza di un evento come l’Eurovision Song Contest per diffondere i valori di unione e inclusività, che lo rendono di fatto un programma di servizio pubblico. La presidente si è inoltre dichiarata felice del fatto che a rappresentare l’Italia ci sia Angelina Mango, un’artista giovane che porta una ventata di gioia, vitalità e buona musica italiana.

A seguire è stato il turno di Marcello Ciannamea, il quale ha sottoscritto le parole della presidente definendosi anche

orgoglioso di trasmettere un evento straordinario come questo che ha in sé tutti i valori, è un evento che ha un parterre di giovani strordinariamente grande, più di ogni altro evento al mondo.

La direttrice Relazioni Internazionali Simona Martorelli, insieme al Vicedirettore Intrattenimento Prime Time Claudio Fasulo, ha raccontato del suo ruolo nel Reference Group EBU e di quanto sia importante per la Rai avere due dipendenti in questo organo di fondamentale importanza non soltanto per il concorso ma per l’intera EBU.

La direttrice, che nel 2021 ha anche ricoperto l’incarico di capo delegazione, ha aggiunto che per la prima volta la Rai ha fatto cross-promotion facendo partecipare Angelina Mango a trasmissioni di France TV, BBC e HRT oltre che ai pre-parties, attivando anche importanti rapporti diplomatici con ambasciate e consoli.

Il Vicedirettore ha dunque spiegato che per la prima volta, nelle due semifinali, i due commentatori saranno a distanza: Gabriele Corsi in arena a Malmö e Mara Maionchi a Roma, con la 83enne discografica che raggiungerà la Svezia per la finale.

Interpellati da noi in merito alla fuga di immagini della stand-in rehearsal di Angelina Mango (per intenderci la prova della coreografia realizzata dalle controfigure, il cui video è a esclusivo uso della produzione e della delegazione), i due dirigenti hanno risposto ribadendo la gravità della situazione e spiegando che, appena venuti a conoscenza del leak, hanno subito allertato l’EBU e il Supervisore Esecutivo per provare ad arginare la fuga e per risolvere eventuali problemi di cybersecurity.

Fasulo ha aggiunto che, il filmato “sfuggito”, era l’allegato di una mail che aveva soltanto 8 destinatari, tra cui gli stessi Fasulo e Martorelli, per cui il primo pensiero è stato un problema di sicurezza informatica. La straordinarietà dell’accaduto ha fatto sì che quelle clip diventassero virali sui social. Da qui è partito l’invito, da parte di Gabriele Corsi e rivolto ai giornalisti collegati, di non condividere il filmato e, se già condiviso, di eliminarlo dai canali social.

Mara Maionchi e Gabriele Corsi, per il secondo anno di fila al commento insieme delle tre serate, hanno condiviso l’entusiasmo di commentare un grande evento come l’Eurovision. Per Mara Maionchi, che l’anno scorso si è affacciata per la prima volta all’evento, è motivo di grande entusiasmo perché le permette di scoprire musica da tutta Europa e di conoscere meglio l’Eurovision anche grazie a un preparatissimo Gabriele Corsi, che ha ammesso di voler diventare “il Pippo Baudo dell’ESC”.

Altro tema caldo della conferenza stampa è stato anche il lancio di agenzia secondo cui, quest’anno, saranno vietate le bandiere palestinesi: a domanda del collega Dondoni, la precisazione sul regolamento è stata d’obbligo, in quanto è noto che all’Eurovision, da regolamento, sono ammesse solo le bandiere dei paesi in gara, quella dell’Unione Europea e quella arcobaleno purché non vengano utilizzate a fini politici.

Anche Angelina Mango, in collegamento da Malmö, è intervenuta brevemente prima delle sue prove, raccontando l’emozione del momento e spiegando di essere comunque serena. L’artista ha aggiunto che vivrà questo Eurovision non con lo spirito da competizione ma godendosi l’evento “perché è una celebrazione della musica e di unione tra i paesi”.

L’Eurovision Song Contest 2024 sarà visibile in diretta il 7, 9 e 11 maggio sulle reti Rai: le semifinali su Rai 2 e la finale su Rai 1. Tutte e tre le serate saranno trasmesse anche su Rai Radio 2 con il commento di Diletta Parlangeli e Matteo Osso e in streaming su RaiPlay, con anche la versione in lingua originale e, per la finale, in versione accessibile con le performance in lingua italiana dei segni e, per la prima volta, anche in lingua internazionale dei segni.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”.

Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e WhatsApp. Seguici su tutti i principali Social Media (qui l’elenco completo) e scopri come sostenerci e sostenere una informazione da sempre indipendente.

Eurofestival News sui social

Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Commenta questa notizia...