Eurovision Song Contest 1960

Eurovision Song Contest 1960. Informazioni, dati e curiosità sulla quinta edizione dell’Eurovision Song Contest.

Data: 29 Marzo 1960
Luogo: Royal Festival Hall, Londra – Regno Unito
Paesi in gara: 13
Paesi esordienti: Norvegia
Emittente organizzatrice: BBC
Conduttore: Katie Boyle
Votazioni: dieci giurati per paese, un voto a testa alla propria canzone preferita.
Audience: non comunicato | Per maggiori informazioni, consulta la nostra sezione Ascolti Eurovision anno per anno
Vincitore: Jacqueline Boyer con “Tom Pillibi” (Francia)

renatorascel

Renato Rascel

L’Italia nell’edizione 1960. In gara: “Romantica”, Renato Rascel. Direttore d’orchestra: Cinico Angelici, ottavo posto
In TV: diretta Programma Nazionale * ore 22, commento Giorgio Porro, annuncio dei voti Enzo Tortora.
In Radio: diretta Secondo Programma * ore 22, commento Giorgio Porro.

Curiosità dell’edizione 1960: L’EBU comincia a lavorare sui tempi della rassegna: durata massima dello spettacolo 75 minuti e canzoni che non devono superare i tre minuti e mezzo, con gli autori intenti a tagliare senza danneggiare i pezzi, trenta secondi al massimo per ogni presentazione e per gli applausi. Un’ altra innovazione riguarda le giurie, che da questa edizione possono ascoltare i brani in anteprima un’ora prima del concorso, in versione solo audio.

La conduttrice è un’italiana: Katie Boyle in realtà si chiama Caterina Maria Elena Imperiali di Francavilla, ha 34 anni, è fiorentina di origini napoletane e di sangue blu: figlia del marchese Demetrio Imperiali di Francavilla, ha sposato un inglese, sir Richard Bentinck Boyle, nono conte di Shannon e ne ha assunto il cognome, diventando ben presto molto famosa nella terra d’Albione. Solo dopo la rassegna si scoprirà che la bionda e corteggiatissima presentatrice è anche una fan di Renato Rascel, il rappresentante azzurro.

Per la prima volta, una figlia è in concorso dopo che l’anno prima vi ha preso parte il padre. Il padre di Jacqueline Boyer, 19 anni, infatti, è Jacques Pills, in gara l’anno scorso per il principato di Monaco. Padre ultimo, figlia, come vedremo, prima.

Per poco non si sfiora l’incidente “diplomatico” con la Svizzera: la cantante elvetica Anita Traversi, titolare dell’altro brano in lingua italiana della rassegna, “Cielo e terra”, si fa infatti fotografare al fianco del direttore d’orchestra nostrano Cinico Angelini, suscitando le ire del suo direttore d’orchestra Cedric Dumont e della delegazione rossocrociata.

* Programma Nazionale: denominazione di quella che successivamente è diventata Rai1 per il canale televisivo e Radio1 per il canale radiofonico. Secondo Programma: denominazione di quella che successivamente è diventata Rai2 per quanto riguarda il canale televisivo e Radio2 per il canale radiofonico.


Per consultare l’indice con le schede dedicate ad ogni singola edizione dell’Eurovision Song Contest, clicca qui.