Eurovision Song Contest: costi e ricavi

Quanto costa organizzare l’Eurovision Song Contest (in Italia per molti ancora noto come Eurofestival)? E soprattutto, quali benefici porta? Se sono alcune delle tante domande che vi state ponendo sull’organizzazione di quello che è l’evento musicale più seguito al mondo, qui troverete le giuste risposte.

Costi e Ricavi Eurovision

E’ ormai dimostrato – con qualche eccezione – che per organizzare un ottimo Eurovision Song Contest non necessariamente bisogna spendere cifre esorbitanti e, per fare un paragone molto italiano, alcune edizioni sono addirittura costate decisamente meno del nostro Festival di Sanremo (per quest’ultimo la Rai ha speso tra i 16 e i 20 milioni di euro per le edizioni tra il 2013 e il 2017), ma con una visibilità internazionale senza paragoni, per una platea televisiva di oltre 200 milioni di persone.

Abbiamo elencato i costi ma soprattutto i ricavi delle ultime edizioni dell’Eurovision Song Contest, realizzato anche da emittenti di Paesi con molte meno risorse della nostra tv pubblica (per un elenco più dettagliato, è possibile scaricare la nostra Guida completa all’evento a questo link).

Ecco l’elenco delle diverse edizioni dell’Eurovision Song Contest dal 2010 ad oggi, di cui si hanno dati certificati sul ritorno turistico-economico, forniti alla nostra redazione dai vari uffici o enti del turismo dei Paesi coinvolti (o tramite fonti ufficiali).


Organizzazione Eurovision 2017  (Kiev -Ucraina)

Costo complessivo: 27 milioni di euro, dei quali 6.5 milioni a carico del Comune di Kiev  (Costo lievitato a causa dei ritardi, di circa 7 milioni di euro).

Contributi.

  • Contributo EBU: stimato tra i 4 e i 6 milioni di euro.
  • Contributo sponsor: non quantificato.

Ricavi e indotto.

Ricaduta turistico economica: 20 milioni di euro (complessiva, il doppio di quella stimata)

  • Visitatori unici: 60.000 dei quali 20.000 stranieri
  • Spesa media pro capite dei turisti: fra i 500 e i 1000 euro per gli stranieri, fra i 100 e i 300 per i locali
  • Spesa media pro capite dei cronisti: non comunicata

Visibilità sui media: non comunicata

Fonte dati: Ufficio del turismo di Kiev (maggiori info)


Organizzazione Eurovision 2016 (Stoccolma – Svezia)

Costo complessivo: 13 milioni di euro (dei quali 10.8 milioni a carico del Comune di Stoccolma. Cifra che includeva tutte le responsabilità relative alla città, inclusa la sicurezza e lavori di messa a norma della Globe Arena).

Contributi.

  • Contributo EBU: stimato tra i 4 e i 6 milioni di euro.
  • Contributo sponsor: non quantificato.

Ricavi e indotto.

Ricaduta turistico economica: 36.8 milioni di euro, dei quali 28 milioni dai turisti.

  • Visitatori unici: 38.000, di cui 28.000 stranieri.
  • Spesa media pro capite dei turisti: 227 euro al giorno (permanenza media 5-7 giorni).
  • Spesa media pro capite dei cronisti: 370 euro al giorno, 3.470 euro complessivi.

Visibilità sui media: prodotti 54.026 articoli e 149.150 post (da tutto il mondo) sulla sola città di Stoccolma, con una ricaduta pubblicitaria pari a 10.6 milioni di euro, raggiungendo 557.800.000 persone.

Fonte dati: Comune di Stoccolma


Organizzazione Eurovision 2015 (Vienna – Austria)

Costo complessivo: 21.7 milioni di euro (di cui 10 milioni di euro a carico della tv pubblica austriaca ORF e 11.7 milioni a carico del Comune di Vienna).

Contributi.

  • Contributo EBU: stimato tra i 4 e i 6 milioni di euro.
  • Contributo sponsor: non quantificato.
  • Incasso vendita biglietti: 3.9 milioni di euro.

Ricavi e indotto.

Ricaduta turistico economica: 27.8 milioni di euro. Bene anche la raccolta pubblicitaria della ORF, aumentata di circa un milione di euro rispetto a quelli che sono i normali introiti del periodo, confrontata all’anno precedente.

Fonte dati: Comune di Vienna


Organizzazione Eurovision 2014 (Copenaghen – Danimarca)

Costo complessivo: 41 milioni di euro, 32 milioni al netto dei contributi (di cui 26 milioni di euro di costi di produzione televisiva a carico della tv pubblica e 15 milioni ripartiti tra Comune, Regione di Copenaghen e ente del turismo ).

Va spiegato che i costi, inizialmente previsti per un totale di circa 29 milioni di euro, sono lievitati per degli errori di progettazione nella riconversione in arena della B&W Hallerne.

Contributi.

  • Contributi complessivi: 9 milioni di euro (contributo EBU + vendita biglietti + sponsorizzazioni).

Ricavi e indotto.

Ricaduta turistico economica: 17.3 milioni di euro grazie al turismo.

  • Presenze in città: 36.000 turisti, di cui 14.600 provenienti dall’estero.
  • Pernottamenti in città dei turisti: 72.000 derivanti esclusivamente dall’evento.
  • Spesa media quotidiana per turista: 171 euro.
  • Spesa media quotidiana (stimata) per delegazioni e media a persona: rispettivamente 254 e 201 euro.

Fonte dati: Ente del turismo danese e Statsrevisorernes (organo di revisione dei conti statali)


Organizzazione Eurovision 2013 (Malmo – Svezia)

Costo complessivo: 15 milioni di euro.

Contributi.

  • Contributo EBU: stimato tra i 4 e i 6 milioni di euro.
  • Contributo sponsor: non quantificato.

Ricavi e indotto.

Ricaduta turistico economica: 22 milioni di euro (esclusi i biglietti per le serate).

  • Presenze in città: 31.700 turisti nella sola settimana eurovisiva (più 1.200 delegati e 1.700 giornalisti).
  • Pernottamenti: 80% delle presenze con una media di 4,5 giorni.

Ricaduta pubblicitaria per la città: stimata in 132 milioni di euro.

Fonte: Comune di Malmo e provincia della Scania


Altri dati su alcune edizioni precedenti dell’Eurovision Song Contest

Dusseldorf – Germania (2011)

  • Costo complessivo: 24 milioni di euro (di cui 7.8 milioni a carico del Comune).
  • Contributo EBU: stimato tra i 4 e i 6 milioni di euro.
  • Visitatori nel mese di Maggio: 370.000 (dei quali 162.000 esteri), +39% rispetto all’anno precedente.
  • Ricaduta pubblicitaria: 450 milioni di euro.

Fonte: Ufficio federale di statistica e camera di commercio

Oslo – Norvegia (2010)

  • Costo complessivo: 24 milioni di euro.
  • Contributo EBU: stimato tra i 4 e i 6 milioni di euro.
  • Presenze turistiche su 15 giorni: 15.000.
  • Ricaduta pubblicitaria: 134 milioni di euro.

Va tenuto in considerazione, per quanto riguarda il numero di presenze turistiche (in aumento secondo i dati comunicati), che Oslo è una delle città europee più care.

Fonte: Ufficio del turismo Comune di Oslo


Scopri di più sull’Eurovision Song Contest, scarica la nostra Guida all’evento!


Non perderti nemmeno una notizia, unisciti al nostro canale Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Twitter | InstagramGoogle+

Advertisements